È morto David Zard: portò in Italia Michael Jackson, Lou Reed, Rolling Stones e collaborò con Cocciante e Nannini

È morto David Zard: portò in Italia Michael Jackson, Lou Reed, Rolling Stones e collaborò con Cocciante e Nannini

È morto David Zard. Il produttore discografico e impresario italiano, si è spento questa nella mattina di oggi, sabato 27 gennaio, all'Ospedale Gemelli di Roma, dopo una lunga malattia: aveva 75 anni. 

Tra gli artisti italiani con i quali Zard collaborò ricordiamo Riccardo Cocciante e Gianna Nannini. Insieme al cantautore di "Margherita" portò in Italia l'opera "Notre-Dame de Paris", firmata dallo stesso Cocciante, un successo mondiale: nel 2008 Lola Ponce e Giò Di Tonno, protagonisti del musical, nel quale interpretavano rispettivamente la zingara Esmeralda e il gobbo Quasimodo, parteciparono al Festival di Sanremo con un brano di Gianna Nannini, "Colpo di fulmine", e vinsero tra i "big". David Zard collaborò anche a "Tosca - Amore disperato" di Lucio Dalla, "Pia de' Tolomei" di Gianna Nannini e "Dracula" della PFM.

Tra le sue ultime apparizioni pubbliche ricordiamo la conferenza sul secondary ticketing che si tenne a Milano nell'autunno del 2016 dopo il servizio della trasmissione Le Iene dedicata all'argomento, durante la quale David Zard, in qualità di decano dei promoter italiani, intervenne per dire la sua.

Caricamento video in corso Link
Caricamento video in corso Link
Caricamento video in corso Link

Gianna Nannini ha pubblicato sulla sua pagina Facebook ufficiale un lungo post per ricordare l'amico e collaboratore:

La redazione di Rockol è vicina al figlio Clemente Zard e ai suoi familiari in questo momento di dolore. 

 

 

Dall'archivio di Rockol - La dura vita della star: quando chi sta sul palco diventa un bersaglio
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.