I Decapitated prosciolti dall'accusa di stupro

I Decapitated prosciolti dall'accusa di stupro

La storia è parecchio brutta e va va avanti da qualche mese: lo scorso settembre i membri della band polacca death metal Decapitated vennero arrestati negli Stati Unitim a Spokane (Washington), con l'accusa di stupro di una donna al termine di un loro concerto in California. Loro si sono sempre dichiarati innocenti, ma dopo le prime udienze il processo era fissato per l'inizio del 2018,

Kelly Fitzgerald , il pubblico ministero di Spokane County  ha presentato ieri, 5 gennaio, una mozione per il ritiro delle accuse, a 11 giorni dal processo. La motivazione è la tutela della vittima. Ha dichiarato il legale;

Ovviamente si tratta di un caso complesso, il cui dibattimento sarebbe durato a lungo. Abbiamo discusso con i suoi avvocati e abbiamo convenuto che per lei la cosa migliore in questo momento  è guarire.

Dal canto loro, gli avvocati della band hanno invece fatto notare che nuove prove indebolivano le accuse, basate sulla testimonianza della vittima e sui referti medici raccolti la notte del presunto incidente. Le abrasioni alle ginocchia e agli arti citate come evidenza, secondo i legali sarebbero stati causati da "danza violenta" durante il concerto.

La band è uscita di prigione alla fine del 2017, pagando una cauzione. Ora, potrà tornare in patria già in settimana: Piotrowski, Kieltyka, Lysejko e Wiecek stanno attendendo la restituzione dei passaporti e il via libera definitivo. Tuttavia, quella del pubblico ministero è una rinuncia all'accusa "senza pregiudizi" al processo, ovvero la band potrebbe essere accusata di nuovo in futuro per gli stessi fatti

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.