Bruce Springsteen, in un'intervista a "Variety", parla del suo prossimo album

Bruce Springsteen, in un'intervista a "Variety", parla del suo prossimo album

La rivista "Variety", considerata la Bibbia del mondo dello show business statunitense, ha pubblicato una lunga intervista a Bruce Springsteen alla vigilia della sua "residency" a Broadway.
Vi riferiamo qui solo le tre domande e risposte più inerenti all'attualità discografica, rimandando all'intervista intera: qui la prima parte, qui la seconda parte.

Hai ancora in programma di pubblicare l'album da solista del quale hai parlato fin da prima del tour dell'anniversario di "The River"?

"Ah, sì, solo che nel frattempo sono stato occupato da altri progetti. Quel disco sta aspettando che arrivi il suomomento. La buona musica non va perduta!"

Chi ne ha ascoltato qualcosa ha detto che suona come Aaron Copland (il compositore americano di musica contemporanea il cui stile compositivo univa  influenze di musica classica, musica contemporanea, jazz, e una componente folklorica americana).

"Non so se qualcuno abbia fatto questa connessione… in realtà, questo disco è influenzato dalla musica pop californiana degli anni Settanta.

TIpo Eagles e Fleetwood Mac?

"No — Glen Campbell, Jimmy Webb, Burt Bacharach, i loro dischi. Non so se nel mio disco la gente coglierà queste influenze, ma sono quelle che avevo in mente, che mi hanno ispirato nello scriverlo. Ed è un disco da cantautore, in un certo senso come 'Tunnel of Love' e 'Devils and Dust', ma non gli somiglia. Racconta di persone diverse che vivono la loro vita".

Dall'archivio di Rockol - I classici del rock: "Born in the USA" di Bruce Springsteen
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
FRANCESCO DE GREGORI
Scopri qui tutti i vinili!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.