Lorde - la recensione di "MELODRAMA"

Lorde - la recensione di "MELODRAMA"

"Melodrama" è il nuovo album in studio di Lorde: la cantautrice neozelandese, vent'anni compiuti lo scorso novembre, torna sulle scene a quattro anni di distanza dal successo di "Royals" con un disco che riprende il sound del precedente (piaciuto tanto ai seguaci del pop quanto agli appassionati della scena elettronica) e lo sviluppa, affiancata da produttori come Jack Antonoff, Flume, Frank Dukes, Kuk Harrell, Andrew Wyatt e Malay (già collaboratore di Frank Ocean e Zayn Malik). Il risultato è un disco importante con cui Lorde alza l'asticella del genere dell'elettronica al servizio del pop e della dance. Ecco la nostra recensione:

La Lorde di "Melodrama" gioca molto sui suoni, esplora, si sporca le mani: "Brand new sounds in my mind", canta in "Green light", il primo singolo, che parte come una ballad apparentemente malinconica costruita su tre accordi e poi si trasforma in un pezzone da ballare in discoteca (piangere e danzare in parti uguali, dicevamo). "Liability" e "Writer in the dark" sono le uniche ballad pianistiche in un album decisamente meno minimal del precedente, iper-prodotto: tra le tracce più interessanti del disco ci sono "Sober" e "Supercut" e nei tappeti elettronici si sente la mano di Malay, già collaboratore di Frank Ocean e tra i produttori di "Mind of mine" di Zayn Malik.

 

Leggi la recensione completa di "MELODRAMA" cliccando qui

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.