Così parlò Zerothustra: Renato Zero ad 'Amici' parla di Califano, Gesù, porci e sorci - VIDEO

Così parlò Zerothustra: Renato Zero ad 'Amici' parla di Califano, Gesù, porci e sorci - VIDEO

La scorsa settimana era toccato a Raz Degan, questa settimana è toccato a Renato Zero: il cantautore romano, ospite della sesta puntata di "Amici" come giudice d'eccezione (ecco cosa è successo e chi è stato eliminato), si è prestato al "gioco della scatola" - chiamiamolo così. Si tratta, sostanzialmente, di un'intervista di pochi minuti che vede la conduttrice del programma, Maria De Filippi, estrarre da una scatola alcuni oggetti-simbolo che hanno a che fare con la carriera o con la storia dell'intervistato.

Gli oggetti-simbolo dell'intervista a Renato Zero sono stati un distintivo (il padre del cantautore era un poliziotto), un cartello con su scritto "Via Ripetta" (Zero è nato in una casa della storica via del centro di Roma), una foto di Califano, un crocefisso e un piccolo topolino in peluche.

CLICCA QUI PER GUARDARE L'INTERVISTA DI MARIA DE FILIPPI A RENATO ZERO

La foto di Franco Califano ha permesso al cantautore romano di ricordare il compianto collega:
 

"Lo conoscete Califano? Provate ad ascoltare quello che ha scritto. Io ho avuto il piacere e l'onore di conoscerlo a 18 anni. È stato un maestro di vita".


Stringendo tra le mani il crocefisso, invece, Zero ha detto:
 

"T'hanno staccato da tutte le parti. Gesù era vulnerabile, un uomo. Ricordatelo ogni tanto, come faccio io nelle mie canzoni".


Infine, sul topolino in peluche:
 

"Piuttosto che una setta di porci, è meglio un mondo in mano ai sorci. Così recitò Zerothustra".


Renato Zero si è anche esibito insieme a Emma e Elisa, i due direttori artistici del serale di "Amici": con le due cantanti ha proposto uno dei suoi cavalli di battaglia, "Più su".

Scheda artista Tour&Concerti Testi
1 nov
Scopri tutte le date

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.