Tokio Hotel - la recensione di "Dream Machine"

Tokio Hotel - la recensione di "Dream Machine"

Ancora i Tokio Hotel? Ebbene sì: la band tedesca guidata dal non più androgino cantante Bill Kaulitz torna sulle scene con "Dream machine", disco che arriva a tre anni di distanza dal precedente "Kings of Suburbia". L'album guarda fisso agli anni '80: elettro-rock, synth-pop, dance-pop. Lo abbiamo ascoltato ed ecco cosa ne pensiamo:
 

Per chi ha seguito passo passo i Tokio Hotel nel corso della loro carriera da "Monsoon" ad oggi, il disco non rappresenterà chissà quale sconvolgimento: in effetti è la logica prosecuzione del precedente "Kings of Suburbia" e dell'EP solista pubblicato da Bill Kaulitz nel 2015 (che riascoltandolo oggi sembra quasi un'anticipazione di questo nuovo disco). Per chi, invece, non sentiva parlare dei Tokio Hotel dai tempi di "Monsoon", può essere una bella rivelazione.

Leggi la recensione completa di "DREAM MACHINE" cliccando qui

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.