Rovazzi risponde a Salmo: 'Ascoltavo i Led Zeppelin, ZZ Top, Frank Zappa'. E sulla polemica: 'Sono solo canzonette' - GUARDA

Rovazzi risponde a Salmo: 'Ascoltavo i Led Zeppelin, ZZ Top, Frank Zappa'. E sulla polemica: 'Sono solo canzonette' - GUARDA

Salmo contro Rovazzi, capitolo terzo. Per chi si fosse sintonizzato solo ora: qualche giorno fa, il rapper olbiese ha accusato Mr. "Andiamo a comandare" di aver copiato la parte iniziale di un suo video ("Mr.Thunder") per il video di "Tutto molto interessante", una scena in cui l'artista discute con il proprio discografico. La risposta di Rovazzi non si è fatta attendere: lo youtuber ha accusato a sua volta Salmo di aver copiato l'idea ai Sum 41 - ma, come già riportato da Rockol, sono tanti i video musicali che cominciano con confronti tra artisti e discografici. Il rapper, poche ore fa, ha pubblicato sulla sua pagina Facebook ufficiale un lungo video in cui ha detto la sua in merito alla vicenda, spendendo anche qualche parola su Fedez (Newtopia, la società di Fedez e J-Ax, cura il management di Rovazzi), che si era intromesso tra i due: "Continuate a scrivere le vostre canzoni di merda", è stato il commento di Salmo.

Adesso arriva puntuale la risposta di Rovazzi, definito da Salmo "uno youtuber che canta canzoni scritte da altre persone fatte apposta su misura per una fetta grossa di ragazzini che non capiscono un cazzo di musica". Rovazzi affida ad un video di circa 10 minuti, pubblicato su YouTube, le sue riflessioni e esordisce parlando di musica e dei suoi gusti musicali:
 

"Volevo dire la mia. Secondo me ci stiamo dimenticando di cosa stiamo parlando, stiamo parlando di musica. La musica è quella che voglio ascoltare quando sono triste e voglio tirare su il morale, quando sono felice e voglio enfatizzare il momento. La musica è una cosa personale, ognuno ha il suo genere. Ognuno ha i suoi gusti e sceglie che cosa ascoltare. Io da piccolo ascoltavo i Led Zeppelin, ZZ Top, Frank Zappa, Elio e le Storie Tese, ascoltavo di tutto. Poi ho iniziato ad ascoltare i Depeche Mode e mi sono innamorato della musica elettronica, genere che mi piace tutt'oggi seguire".


Rispondendo alle accuse del rapper, poi, lo youtuber spiega:
 

"Un punto che voglio trattare è il fatto che molte persone asseriscano che io sia un progetto studiato a tavolino per vendere milioni di dischi. Fa molto comodo pensarlo, questa è la verità. Perché se ci fosse una regola per vendere milioni di dischi, saremmo tutti miliardari. Il problema è che non è così: io abito in un bilocale al primo piano in un ex casa popolare a Milano. Ormai sono passati i tempi in cui si diventava miliardari con la musica. Io ho ammirazione per le persone geniali. Invidio chi fa un quadro con un puntino e lo vende a 4 milioni di euro, piuttosto di uno che fa un quadro neorealista e lo vende a mezzo euro. Ma il mio progetto non è un progetto semplice: ve lo fa credere, ma non lo è. Io, con i miei amici, ci perdo mesi e mesi dietro e vi assicuro che è tutto fuorché semplice".


Rovazzi "raccomandato"? Lui risponde:
 

"Inizialmente, quando io, per i cavoli miei, ho fatto 'Andiamo a comandare', nessuno mi cagava, nessuno ci credeva nel mio progetto. Andavo a cercare sponsor e tutti mi chiudevano porte in faccia. Gli unici che hanno creduto in me sono Fedez e J-Ax: li stimo un sacco, perché ci hanno creduto. Loro hanno venduto anche altri artisti nella loro etichetta, che non hanno venduto un disco. Io non ho imposto niente a nessuno di farmi la promo: non sono andato in radio a chiedere di passare il pezzo. Alla gente piaceva quello che avevo fatto, divertiva il progetto, e mi hanno chiamato: alcune cose le ho fatte, altre - come fare film, scrivere o farmi scrivere dei libri - le ho rifiutate".


Lo youtuber ribadisce poi di non essere un cantante e nel fare ciò cita il titolo di una famosa canzone di Edoardo Bennato:
 

"Non so cantare, non l'ho mai fatto: mi sono ritrovato di colpo su palchi giganteschi senza averlo mai fatto in vita mia. Non lo sarò mai, non ne ho le capacità. Io sono dell'idea che a nessuno interessa che tu sappia cantare, quello che manca adesso sono le idee: se tu non hai le idee o non sei carismatico per presentarle, a nessuno interessa seguirti. Però, come diceva Bennato, 'Sono solo canzonette': quindi è inutile che ne facciamo una guerra. A me piace quello che faccio, non ve lo nascondo. Non posso dire che la mia roba mi fa cagare: a me piace un sacco, mi diverto, vi faccio divertire. Vendo i dischi? Bene, sono molto contento che mi sia andata bene e che abbia avuto questa fortuna, magari la prossima volta non ce l'avrò".


Infine, un messaggio rivolto direttamente a Salmo:

"Avevo trovato anch'io un nome fittizio, che era Salmone, perché mi piaceva l'idea che tu andassi controcorrente. Lo chiamo Maurizio: io ti ammiro perché mi hai fregato, perché sono giovane e mi sono ritrovato in questo mondo, nel rap-game senza essere un rapper. Mi hai fregato perché non dovevo risponderti: ti ho risposto e ho fatto il tuo gioco. Ammiro i tuoi video, li ho sempre ammirati, mi sono sempre piaciuti. Non ho mai giudicato il tuo genere e non mi sono mai paragonato a te. Il fatto che tu abbia detto che io ti ho copiato, alla fine, era becero marketing e anche tu lo hai ammesso. Però tu hai detto che sei un provocatore. Il problema qual è? Che un provocatore non provoca per ottenere consensi: tu mi hai accusato di fare marketing a tavolino, il concetto è che tu hai fatto la stessa cosa. E sai qual è la differenza tra me e te? Che io credo che sia di una bassezza incredibile farlo in questo modo".



 

Scheda artista Tour&Concerti Testi
9 set
Scopri tutte le date

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.