Michael Jackson è vivo, ma solo per chi lo riesce a vedere

Michael Jackson è vivo, ma solo per chi lo riesce a vedere

Non è certo Michael Jackson quella sagoma che compare nella foto pubblicata un paio di giorni fa su Instagram da sua figlia Paris, poi cancellata. Forse è un amico della ragazza, forse è semplicemente una sagoma prodotta dai riflessi della luce. Ma non è Michael Jackson: il Re del Pop è morto nella sua casa di Los Angeles sette anni fa, il 25 giugno del 2009, sepolto nel monumentale cimitero Forest Lawn Memorial Park della stessa città della California (qui la foto della sua tomba). Eppure c'è chi alla morte di Jacko non vuole proprio credere: nel corso di questi sette anni trascorsi dal decesso della popstar sono infatti circolate tantissime teorie in merito al fatto che il cantante possa essere ancora vivo. Teorie inverosimili, verrebbe da commentare: come quella secondo la quale Michael Jackson avrebbe raggiunto alcuni suoi colleghi dati per morti ma che in realtà sarebbero vivi e vegeti su un'isola deserta, lontani dagli impegni e dalla dura vita dello star system (tra questi ci sarebbero pure Feddie Mercury e Elvis Presley, che oggi avrebbero rispettivamente 70 e 81 anni).

Ma sono solo fantasie: fa parte del gioco dello star system, appunto, dove tutto è lecito e dove tutto assume i contorni di una farsa. Dove il fanatismo perverso dei fan trasforma la vita degli artisti in una grande fiction, una soap opera. Avete presente quando, di tanto in tanto, a "Beautiful" e dintorni risorgono personaggi creduti morti? Ecco, è questo che il pubblico si aspetta, oggi: non si accontenta più di niente, vuole vedere sempre oltre e vuole sempre di più. Si aspetta la notizia clamorosa, la sorpresa, la grande rivelazione che, però, non arriva mai. In cambio, arrivano le storielle che servono ad attirare l'attenzione dei fan, con i media che sparano subito il titolone: "Michael Jackson è ancora vivo", "Il seflie che smaschera Michael Jackson", "Michael Jackson appare nella foto della figlia: 'È ancora vivo'", "Michael Jackson vivo, la prova in un selfie scattato dalla figlia", "Michael Jackson choc, sarebbe ancora vivo", "Rivelazione da paura: 'Michael Jackson è ancora vivo'". Anche il titolo di questo articolo, un po' provocatorio, vuole attirare l'attenzione: Michael Jackson è vivo, ma solo per chi lo riesce vedere.

Ed effettivamente è così: anche se è morto ormai sette anni fa, il Re del Pop continua ad essere in un certo senso ancora vivo, se lo si riesce a vedere. Lo è nel segno che ha lasciato nella storia della musica degli ultimi cinquant'anni. Pop, rock, soul, r&b, disco, funk, urban: in quarantasei anni di carriera discografica - trentasette come solista, dopo il debutto con i Jackson 5 - Jacko ha esplorato stili tra loro molto diversi, abbattendo spesso i muri che separavano tra loro i generi, indicando le mode che si sarebbero poi diffuse nella discografia. Al momento della sua morte, ha lasciato in eredità ai suoi posteri un totale di undici album, alcuni dei quali fondamentali - come "Off the wall", "Thriller" e "Bad". Un'eredità che negli ultimi tempi è stata frutto di una riscoperta da parte di alcuni artisti che hanno cercato di contendersi il trono (ancora oggi vacante): su tutti, Bruno Mars, Justin Bieber, Justin Timberlake, Usher e Chris Brown.

Michael Jackson è vivo e te ne accorgi quando accendi la radio e becchi il basso potentissimo di "Treasure" di Bruno Mars, o quando parte la intro di "Uptown funk", con quelle chitarrine così funky e quel beat irresistibile che ti fa venire voglia di ballare come lui nella coreografia della storica esibizione a Wembley del 1988. È vivo quando un dj remixa pezzi come "Wanna be startin' somethin'", "Billie Jean", "Smooth criminal" e "Bad", che ancora oggi, a distanza di più di trent'anni, continuano a far ballare club e discoteche. Ecco, in tutto questo Michael Jackson è vivo. Per il resto, è morto: è morto nei video che lo vedrebbero fuggire da un'uscita di sicurezza dall'ospedale dove era stato trasportato quel 25 giugno di sette anni fa, è morto nelle voci secondo le quali avrebbe finto la sua morte per ritirarsi dalle scene ed è morto pure nella foto pubblicata da sua figlia Paris su Instagram (e se fosse un'immagine pubblicata apposta per far parlare di sé e richiamare l'attenzione del web? Perché cancellarla subito dopo averla pubblicata?). In questo, Michael Jackson è morto. E non tornerà mai più.

di Mattia Marzi

Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.