Metal Tales: Bring Me The Horizon

Metal Tales: Bring Me The Horizon

Ambizione e cinico realismo. Talento e un pizzico di fortuna. Ma soprattutto personalità e metal variegato, sfaccettato, capace di accattivarsi ampie frange di pubblico. Questo sono i Bring Me The Horizon. E il loro frontman Oli Sykes ci racconta come funzionano le cose nella band, nella vita e nel metal.

I BRING ME THE HORIZON SONO PROTAGONISTI DI METAL FOR THE MASSES: SCOPRI IL CATALOGO SONY MUSIC CENTURY MEDIA A PREZZO SPECIALE

- Qualcuno una volta mi ha chiesto che tipo di musica mi piacesse e ho risposto “pop metal”. Ed è così, mi piace il metal con influenze pop. Ma la gente quando lo dico reagisce come se fosse una parolaccia.

- Non ascoltiamo metal, noi sentiamo tutti i tipi di musica e ci piace il pop – quindi direi che siamo in un terreno di mezzo fra due generi che formalmente sono agli antipodi, heavy metal e pop, ma tentiamo di prendere il meglio da entrambi.

- Cerchiamo di essere un gruppo che traghetta le persone verso questo genere di musica. Come lo sono stati per me i Linkin Park. La gente in media dice “Mi piace solo il metal”, oppure “iIl metal è orribile e mi spaventa”. La gente ha questi preconcetti stereotipati.

- Non credevamo che il gruppo sarebbe arrivato a questo punto, anche perché non ci sono molte band inglesi che suonano questo tipo di musica pesante – a parte gli Iron Maiden – e che hanno ottenuto risultati così.

- Sto bene, ma noi siamo messi male. Il mondo va male.

- Una volta che riesci ad accettare quanto la vita faccia schifo, allora diventa piuttosto divertente. Sembra un’affermazione negativa, ma è vero – è molto più facile godersi la vita quando non insegui una visione ideale di come dovrebbe essere.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.