Lee 'Scratch' Perry, andati in fumo i suoi studi discografici in Svizzera - GUARDA

Lee 'Scratch' Perry, andati in fumo i suoi studi discografici in Svizzera - GUARDA

All’inizio di questo mese i Blue Ark, gli studios svizzeri del pioniere del dub, il giamaicano Lee ‘Scratch’ Perry, sono bruciati a causa di una candela lasciata accesa. Dal suo profilo Facebook Perry ha informato: “Tutto il mio laboratorio segreto è andato in fumo”.

In una intervista rilasciata alla Red Bull Music Academy ha spiegato: “Stavo lavorando a una canzone, quando me ne è venuta in mente un’altra, così sono sceso nuovamente nello studio.

Sono andato a letto alle sei del mattino e quando ho risalito le scale ho dimenticato di spegnere una candela che stava sopra una Bibbia. Qualche volta mia moglie Mireille viene a dirmi di stare attento alla candela”.

L’artista continua: “Penso che ci siano persone che lavorano per la loro vanità. Upsetter è grande e loro vogliono prenderlo così mandano il fuoco. Ma il fuoco fa il firmamento, il fuoco può fare ogni cosa. Nessuno ha potere sul fuoco. Solo l’acqua combatte il fuoco, come il fuoco combatte l’acqua.”.

”Quel che accade io non chiedo che accada e non so cosa accadrà. Quel che è successo è successo e nulla può accadere senza la volontà di Dio. Ecco perché ora sono in Giamaica, per scoprire da Dio ciò che è accaduto.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.