B.B. King, le figlie insistono: 'E' stato avvelenato'. L'avvocato della manager: 'Accuse ridicole'

B.B. King, le figlie insistono: 'E' stato avvelenato'. L'avvocato della manager: 'Accuse ridicole'

Continua senza tregua - a quattro giorni dalla sepoltura, che avrà luogo a Indianola, Mississippi, il prossimo 30 maggio - il duello (per il momento solo mezzo stampa) tra parte degli eredi naturali di B.B. King, nella fattispecie cinque delle figlie avute dal re del blues nel corso degli anni, e LaVerne Toney, da 39 anni manager della leggenda delle dodici battute indicata dall'artista come sua unica esecutrice testamentaria: a parlare alla Associated Press è stata Patty King, una delle familiari del bluesman, che nel raccontare gli ultimi giorni di vita del padre ha mosso accuse pesantissime alla sua storica collaboratrice e al relativo entourage. Senza troppe allusioni, la donna avrebbe descritto la scomparsa del genitore come indotta dagli elementi del suo staff:


"Credo che mio padre sia stato avvelenato e che sia stata lei [la Toney] a somministrargli sostanze estranee. Mio padre è stato assassinato"


Alle esternazioni della figlia di King ha risposto - sempre alla Associated Press - il legale della manager, bollando come "ridicole" le accuse, e poi la Toney stessa, che non si è dimostrata molto preoccupata della mossa della donna:


"[Le figlie] stanno facendo denunce in continuazione: qual è la novità?"


Per il momento, a fare fede, sono gli atti ufficiali delle autorità. La scorsa domenica, 24 maggio, è stata condotta l'autopsia sulla salma dell'artista: benché per gli esiti degli esami post-mortem si debba attendere ancora otto settimane, la polizia di Las Vegas non ha aperto alcun fascicolo - in mancanza di prove che possano lasciare supporre il contrario - per l'avvio di un'indagine per omicidio, autorizzando l'imbalsamazione del corpo. 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
BLUES
Scopri qui tutti i vinili!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.