Noel Gallagher smentisce: 'Nessun accordo per riunire gli Oasis'

Noel Gallagher smentisce: 'Nessun accordo per riunire gli Oasis'

La resistenza di quello che fu il maggior compositore degli Oasis nel rimettere insieme la band di "Definitely maybe" con suo fratello Liam non è una notizia, o - almeno - non lo sarebbe se lo scorso 20 aprile il britannico Daily Mail non avesse pubblicato la notizia di un ipotetico accordo tra i due per tornare a collaborare in quello che all'unanimità è stato considerato uno dei gruppi di punta - se non addirittura il gruppo per antonomasia - della gloriosa stagione brit rock anni Novanta.

A circa due settimane dalla clamorosa - ma non corroborata dichiarazioni in merito dei diretti interessati - rivelazione del tabloid britannico c'è da registrare l'ennesimo niet di Noel Gallagher, che intervistato da Alan Carr sul quarto canale della BBC ha smentito categoricamente di pensare anche solo lontanamente a una reunion degli Oasis:

"In merito non ho niente da aggiungere a quanto non abbia già detto. No, non succederà. Dai, non annoiatemi più"

Carr ha ritenuto di insistere, domandando se - se non la storica sigla di "Wonderwall" - sia lecito pensare ad una futura collaborazione con il fratello Liam, magari sotto l'egida BirdsEye (gioco di parole tra Beady Eye, ex band del fratello minore, e High Flying Birds, il suo attuale progetto solista):

"Per quando carino possa suonare il nome, no, mi spiace, non credo che succederà"

Più che l'indiscrezione del Daily Mail del mese scorso fu una dichiarazione dello stesso Noel al New Musical Express all'inizio dello scorso febbraio a riaccendere le speranze dei fan - se non in una reunion vera e propria - almeno di un riavvicinamento umano e professionale tra i due litigiosi fratelli di Manchester:

"Ho scritto dei pezzi [per Liam]. Da qualche parte, in giro, ho delle canzoni che andrebbero bene se cantate da lui. Non ho idea, però, che programmi abbia lui, allo stato attuale delle cose. [E'] roba dannatamente buona, senza dubbio meglio di quella che lui ha cantato negli ultimi tempi"

All'epoca, Liam aveva annunciato lo scioglimento dei Beady Eye, band fondata dopo la rottura con il fratello Noel di fatto composta dall'ultima incarnazione degli Oasis con l'eccezione - ovviamente - dello storico leader del gruppo.

Dall'archivio di Rockol - Il nuovo album, il cosmic pop e la morte del rock: l'intervista, pt 1
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.