Caparezza al Forum di Assago, il report del concerto

Caparezza al Forum di Assago, il report del concerto

Non è blasfemia scomodare il termine di teatro canzone parlando dello show di Caparezza. Certo ben poco simile ai maestri del genere, uno su tutti Gaber. Teatro canzone 2.0 magari, ma sicuramente non semplice concerto rap. Ci sono più idee, più creatività, colori, travestimenti nelle due ore abbondanti del "Museica tour" che nei concerti rap di tutti i suoi colleghi dello stivale messi insieme. Nessun ospite (cosa peraltro a cui il rapper di Molfetta fa ben poco ricorso anche su disco) ma una band completa che interagisce nello show non limitandosi a suonare egregiamente i brani del recente lavoro premiato al Tenco quale miglior disco 2014 e poche selezionate hit del passato.

Si inizia con la splendida "Mica Van Gogh" e il palco si trasforma in un tripudio di girasoli di cartapesta, le canzoni vengono introdotte da video girati ad hoc proiettati sul gigantesco schermo che fa da sfondo al palco. Non manca il finto critico d'arte alla Sgarbi che invita il cantante a stare lontano da temi alti come l'arte lasciando parlare loro che hanno dedicato la vita allo studio della materia; il brano che segue però è "Teste di Modì", uno dei più clamorosi sfondoni di "dotti medici e sapienti" che certificarono come autentiche sculture di Modigliani dei sassi lavorati con il trapano da alcuni burloni toscani.

Molte canzoni sono arricchite da una messa in scena personalizzata con travestimenti in tema, trabiccoli in legno, plastica e cartapesta che attraversano il palco. Carte da gioco che diventano persone, casse di legno che contengono quadri umani e un continuo gioioso gioco alimentato dalla fantasia. "Cover" viene coreografata da Capa sfogliando tutte le copertine dei dischi che in quel momento sta citando, "China Town", unico brano in scaletta che dal vivo perde un po' della sua atmosfera, viene suonata ad un piano la cui parte superiore si sfoglia come un libro. La discografia passata è rappresentata da "Fuori dal tunnel", "Nessuna razza", "Legalize the premier","Vieni a ballare in Puglia", "Eroe", "Goodbye Malinconia" (la voce a supporto, quella di Diego Perrone a cui viene dato molto spazio, sa imitare alla perfezione il cantante degli Spandau Ballet o c'era il registrato di Tony Hadley sotto?).  

Capa tiene il palco con una disinvoltura e leggerezza esemplari, trasmette messaggi seri senza essere mai serioso, fa ballare, saltare, cantare quasi 8.000 persone che, come ha sottolineato sul palco, sono mediamente molto più giovani di lui (Salvemini è un classe 73). I generi suonati in 120 minuti di show non si contano, evidenziando quanto Caparezza sia senza dubbio uno degli artisti crossover più importanti e completi del panorama musicale italiano e fa piacere che riesca a riempire con i suoi live spazi così importanti.

Rispetto ai tour precedenti il già bravo Michele Salvemini dimostra di essere ulteriormente cresciuto come artista di palco. Se prima metteva in scena dei bei concerti con trovate fantasiose a corredo, ora regala ai fans quasi un musical. Cirque de Molfetta.

(Fabrizio Zanoni)

SETLIST:

Mica Van Gogh
Abiura Di Me
Sogno Eretico
Teste Di Modi’
Nessuna Razza
Follie Preferenziali
Comunque Dada
Dito Medio Galileo
Cover
China Town
Eroe
Argenti Vive
Ilaria Condizionata
Figli D’arte
Non Me Lo Posso Permettere
Viene A Ballare In Puglia
Fuori Dal Tunnel
Avrai Ragione Tu

La Fine Di Gaia
Legalize The Premier
Goodbye Malinconia

Dall'archivio di Rockol - "Ti fa stare bene" (Live @ Lucca Summer Festival
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.