Whitney Houston, morte cerebrale per la figlia Bobbi Kristina Brown

Whitney Houston, morte cerebrale per la figlia Bobbi Kristina Brown

A riportare la notizia è stato il New York Post, che ha citato il racconto di un testimone oculare nell'ospedale di Atlanta - dove la donna si trova ricoverata - raccolto da Radar Online: Bobbi Kristina Brown, la figlia di Whitney Houston, sarebbe morta cerebralmente. La 21enne unica figlia della compianta popstar era stata ricoverata lo scorso 1° febbraio nel North Fulton Hospital di Roswell (Georgia), dopo che il convivente Nick Gordon l'aveva ritrovata priva di sensi nella vasca da bagno (probabilmente a causa di un abuso di farmaci - proprio come la madre), per poi essere spostata nel più attrezzato Emory University Hospital di Atlanta. Per il padre Bobby Brown potrebbe ora presentarsi la decisione di staccare o meno la spina delle macchine che stanno tenendo in vita la figlia.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.