Maurizio Arcieri, la carriera e la musica - VIDEO

Maurizio Arcieri, la carriera e la musica - VIDEO

Si è spento ieri, giovedì 29 gennaio, all'età di 72 anni, Maurizio Arcieri; conosciuto anche con il solo nome di Maurizio, Arcieri ha esordito nel mondo della musica nel 1964 come frontman del gruppo musicale beat dei New Dada (nome ispirato al movimento artistico d'avanguardia del dadaismo): dopo una serie di esibizioni dal vivo, ospitate per lo più da alcuni locali milanesi, la band entrò in contatto con il talent scout Leo Watcher, che permise a Arcieri e soci di ottenere un contratto discografico con la Bluebell Records (fondata a Milano nel 1959 da Toni Casetta e attiva fino al 1969). L'etichetta milanese pubblicò il primo 45 giri dei New Dada, "Ciò che fai" (una cover del brano "When you walk in the room" della cantautrice statunitense Jackie DeShannon). Nel 1965, il gruppo ebbe modo di suonare come gruppo di spalla nella tournée che vide i Beatles esibirsi a Milano, a Genova e a Roma; dell'anno seguente, invece, sono le partecipazioni a programmi televisivi di successo come "Aria condizionata" e "Studio Uno" (così come il terzo posto conquistato al Cantagiro del 1966), che spinsero la Bluebell a consegnare al mercato un 33 giri, "I'll go crazy", contenente alcuni singoli già pubblicati dai New Dada nei mesi precedenti e alcuni inediti. "I'll go crazy" è da considerarsi l'unico 33 giri pubblicato dalla band, che nel 1967 - in seguito ad una violenta spaccatura all'interno del gruppo - si sciolse.

Maurizio Arcieri debuttò dunque come solista nel 1967, con il nome d'arte di Maurizio; il successo arrivò nel 1968 con il brano "5 minuti e poi", presentato alla quinta edizione della manifestazione canora radiotelevisiva "Un disco per l'estate" (che quell'anno fu vinto da Riccardo Del Turco con "Luglio"): la canzone fu un grande successo commerciale, a dispetto della accuse di plagio.



Caricamento video in corso Link


Dopo essersi sperimentato anche come attore (al cinema, nel film "Quelli belli... siamo noi") e di fotoromanzi, nel 1976 Arcieri fondò a Londra il duo Krisma (inizialmente noto come Chrisma) insieme alla compositrice e cantante svizzera Christina Moser, sua compagna e in seguito moglie. Il duo pubblicò una serie di brani inizialmente caratterizzati da sonorità punk, per poi virare verso la musica elettronica d'avanguardia: tra questi si ricordano "Lola" e "Black silk stocking" (rispettivamente "lato a" e "lato b" di un singolo pubblicato nel 1977) e "Gott gott electron" ("lato a" di un singolo consegnato al mercato nel 1979). Al 1977 risale il primo disco dei Chrisma, "Chinese restaurant" (prodotto dal fratello del già Aphrodite's Child Vangelis, Nico Papathanassiou), mentre due anni più tardi fu la volta di "Hibernation"; la terza prova discografica del duo, "Cathode mamma", raggiunse invece il mercato nel 1980 e segnò la svolta elettro-pop di Maurizio Arcieri e di Christina Moser, che cambiarono il nome del duo in Krisma (e cominciarono a collaborare con Hans Zimmer). Negli anni '80 furono dunque pubblicati gli album "Clandestine anticipation", "Nothing to do with the dog", "Fido", "Iceberg" (consegnato al mercato in seguito al ritorno in Italia del duo) e "Non ho denaro" (che fu pubblicato per l'etichetta di Vasco Rossi, la Bollicine). Dopo un periodo di silenzio, nel 2001 i Krisma tornarono sulle scene con il singolo "Kara", primo estratto di un greatest hits che raggiunse il mercato nello stesso anno.



Caricamento video in corso Link




Caricamento video in corso Link


Negli ultimi anni, Maurizio Arcieri e Christina Moser hanno collaborato con i Subsonica (con i quali hanno inciso il brano "Nuova ossessione", uno dei singoli estratti dall'album "Amorematico", pubblicato dalla band torinese nel 2002) e con Franco Battiato (prendendo parte alle registrazioni dell'album "Dieci stratagemmi", del 2004). A proposito di Battiato: nel 2003 Maurizio Arcieri ha recitato in un cameo nel film "Perdutoamor", diretto proprio dall'arista siciliano, cantando il brano "Cinque minuti e poi" con Alberto Radius alla chitarra e Morgan al basso.



Caricamento video in corso Link


Maurizio Arcieri si è spento a Varese a causa di un male incurabile; di seguito, vi proponiamo una recente intervista, risalente al giugno del 2013.

Caricamento video in corso Link


 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.