Kerry King: il nuovo disco è in tipico stile Slayer ed esce nel 2015

Kerry King: il nuovo disco è in tipico stile Slayer ed esce nel 2015

Gli Slayer sono, come ampiamente riportato, al lavoro per dare un successore al loro decimo album del 2009 ("World painted blood"). Stanno incidendo nella nuova conformazione, che vede i soli Kerry King e Tom Araya della line-up originale, in seguito alla dipartita di Jeff Hanneman per cirrosi epatica e all'abbandono da parte di Dave Lombardo per questioni economiche e legali.

Non è ancora stata comunicata una data di uscita di massima per il disco, ma stando a una recente intervista rilasciata da Kerry King, si parla del 2015.

"Quando questo album sarà fuori", ha detto il chitarrista, "saranno passati sei anni circa dal precedente".

A proposito del nuovo materiale che la band ha composto, King ha spiegato di essere contento di avere nuovi brani su cui lavorare e da suonare dal vivo perché "puoi fare le vecchie cose fino a un certo punto, poi devi avere qualcosa di fresco da suonare. E' divertente, perché a un certo momento ti stanchi di fare sempre i soliti vecchi pezzi. [...] Ne avremo una dozzina di nuovi da fare, il prossimo anno".
Le nuove canzoni, stando alle parole di King, rispettano molto l'identità degli Slayer: "Direi che, principalmente, il nuovo disco è in tipico stile Slayer. Ci sono brani più veloci, altri più heavy e altri ancora più cupi: c'è tutto quello che, storicamente, piace ai fan degli Slayer".

Nell'intervista, poi, Kerry ha ricordato un aneddoto che risale al 1986, quando uscì "Licensed to ill" dei Beastie boys, in cu è presente "No sleep till Brooklyn", brano in cui King suona un solo di chitarra. Entrambe le band erano nello stesso studio (gli Slayer stavano completando il loro capolavoro "Reign in blood") e pare che Rick Rubin abbia chiesto al chitarrista di suonare una parte nel pezzo dei Beastie, dietro un magro compenso di 200 dollari... somma però accettata di buon grado a causa di una cronica carenza di fondi!
"Ho anche partecipato al video", ricorda King, "e lo feci pensando che potesse essere un modo per mettere un piede nel mondo dei videoclip anche per gli Slayer. Pensavo: 'Sono nel video dei Beastie Boys e sarà una roba grossa". Il regista, inoltre, aveva intenzione di far mettere k.o. King da un gorilla, ma lui rifiutò e lo script del video venne cambiato e andò esattamente in maniera contraria.



Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.