James Brown, un libro della figlia ne denuncia (ancora) gli atti di violenza

Si torna a parlare di James Brown e dei suoi atti di violenza all'interno delle mura domestiche; a raccontare il "lato più oscuro" del noto musicista, stavolta, è la figlia Yamma Brown (nata dalla relazione con Deidre "Deedee" Jenkins). La donna, oggi dottoressa, ha infatti pubblicato un libro intitolato "Cold sweat" nel quale descrive profondamente i vari atti di violenza che James Brown era solito compiere nei confronti dei membri della sua famiglia e delle persone a lui più vicine (un'ampia sezione del libro racconta come Brown picchiava la madre di Yamma, Deidre Jenkins, scaraventandola anche contro le pareti - qui un estratto di "Cold sweat"). Il libro di Yamma Brown arriva a circa due anni di distanza dalla pubblicazione di "The one" (di R.J. Smith), testo che aveva denunciato gli atti di violenza di James Brown, ma a differenza di quest'ultimo dà ampio spazio ai ricordi d'infanzia di Yamma Brown, raccontati in prima persona.

Dal prossimo 27 ottobre, come già riportato da Rockol, James Brown sarà protagonista di un documentario a lui dedicato e intitolato "Mr. Dynamite: the rise of James Brown". Il film è stato diretto dal premio Oscar Alex Gibney e prodotto da Mick Jagger ed include interviste con lo stesso Jagger, con Questlove, con Chuck D, con il sassofonista Maceo Parker e con altri collaboratori del "Padrino del soul". Lo scorso 1° agosto, invece, ha debuttato nelle sale cinematografiche statunitensi il biopic "Get on up", sempre dedicato all'artista scomparso il 25 dicembre del 2006.

Dall'archivio di Rockol - James Brown, musica e parole come dinamite
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.