Slash presenta 'World on fire' INTERVISTA E VIDEO

Slash presenta 'World on fire' INTERVISTA E VIDEO

E' il momento del nuovo disco solista di Slash ("World on fire", con data d'uscita 15 settembre). Si tratta del suo terzo lavoro da solista e abbiamo avuto modo di incontrarlo per farci raccontare, di persona, il cammino che lo ha portato a questo nuovo tassello della sua discografia.

Il successore di "Apocalyptic love", ci ha spiegato il riccioluto chitarrista, "a livello concettuale non è da vedere come il seguito ideale del disco precedente. E' proprio un altro disco. 'World on fire' è la canzone che dà il titolo all'album: è un vera canzone rock 'n roll, e in questo è simile alla traccia 'Apocalyptic love'... ma il titolo del nuovo disco non è necessariamente collegato a qualcosa di apocalittico. A dire il vero non ci abbiamo pensato così tanto: se avessi saputo che tutti avrebbero cominciato a chiedermelo non avrei scelto questo nome!"

E, ancora sul titolo, Slash elabora: "Questo disco non è stato necessariamente pensato con l'intento di 'incendiare il mondo'. Anche se è un buon atteggiamento. In realtà quello che mi importava era fare un bel disco di rock'n'roll. E credo che, coi miei compagni, abbiamo fatto un bel lavoro. Se poi il disco davvero incendierà il mondo... nessuno può saperlo, per ora!".

Contenuto non disponibile


"World on fire" è un disco solista, ma Slash ha con sé un commando di musicisti ben rodati, ossia i Conspirators: Myles Kennedy alla voce, FranK Sidoris alla chitarra ritmica, Todd Kerns al basso e Brent Fitz alla batteria. "Quando ho iniziato a lavorare con loro, nel 2010, non li conoscevo. Siamo finiti insieme per caso e alla fine è venuto fuori che è la miglior combinazione di persone con cui abbia mai lavorato. Per questo ho deciso di fare il disco precedente con loro, andando poi in tour e tutto il resto. Ho scritto buona parte del nuovo disco, o comunque la parte musicale, durante il tour di 'Apocalyptic love". E in questo album, in particolare, sento che abbiamo raggiunto una grande sicurezza e non avrei immaginato di poterlo fare con nessun altro. Quindi è diventato un disco di una band piuttosto che un album solista".

I nuovi brani sono tutti molto rock e si contraddistinguono per un feeling "live", che evoca l'atmosfera di un concerto: "E' una cosa che viene naturalmente", spiega Slash a questo proposito. "Più di ogni altra cosa io sono un performer di musica dal vivo e non riuscireri a concepire di scrivere un pezzo che non sarà suonato dal vivo di fronte a un pubblico. Poi abbiamo registrato live in studio, proprio perché è la dimensione che più mi fa sentire a mio agio. E' il modo in cui il rock'n'roll andrebbe sempre registrato. [...] Tutto quello che abbiamo inciso è finito nel disco: 17 brani. C'è stato soltanto un pezzo a cui avevamo iniziato a lavorare, proprio il primissimo giorno... ma da subito abbiamo capito che non funzionava e non ne abbiamo fatto nulla. Da quel momento in poi, abbiamo tenuto tutto quello che abbiamo registrato".

Slash si sta davvero godendo la dimensione da solista e non ne fa mistero. Ci ha confessato: "Lavorare per conto mio, senza i Guns n'Roses, è una cosa molto positiva e direi che, da quando ho lasciato la band, è andato tutto alla grande. Non devo più avere a che fare con cantanti folli e cose del genere. Insomma, nei Guns me la sono anche spassata, ma quello che è venuto dopo, a partire dal mio primo album solista, è stato un periodo davvero molto positivo".

Ma come nasce un album di Slash? La risposta è semplice: "Suono e scrivo di continuo... registro tutto... quando sento che mi è venuta una buona idea, la fisso. Ma non mi capita mai di sedermi al tavolo e dire: 'Ok adesso devo scrivere una canzone'. Quindi registro tante cose diverse e dopo le risento. Così nascono le canzoni. Non mi curo delle aspettative dei fan, penso a dare il mio meglio e a essere all'altezza delle mie asepttative".

"World on fire" ha una copertina molto intrigante, che colpisce. E' farina del sacco dell'illustratore Ron English e Slash racconta così la genesi di questa collaborazione: "Le ultime cose che abbiamo definito del disco sono state il titolo e la copertina, Non avevo un titolo neppure durante la fase di mixaggio e sono diventato pazzo per trovarne uno che rappresentasse questo corpo di canzoni. Alla fine ho capito che il titolo di una canzone era quello giusto per il disco. Per la copertina... volevo che fosse molto caotica e disordinata: ho raccolto un po' di idee e poi ho chiamato Ron English e gli ho detto: 'Hai qualcosa di completamente folle?'. Mi ha mandato sei o sette disegni e questo era perfetto. Puoi guardarlo per un'ora senza riuscire a cogliere tutti i singoli dettagli. E' fantastico".

Nei piani di Slash, ovviamente, ora c'è il tour promozionale per l'album, che lo porterà a dividere il palco con gli Aerosmith l'anno prossimo. "Sarà un tour molto gratificante", spiega, "quello di luglio con gli Aerosmith. Loro mi hanno influenzato tanto quando crescevo e iniziavo a suonare. Abbiamo fatto un tour con loro negli anni Ottanta, coi Guns, e sono tutti buoni amici. Penso che sia una grande combinazione di artisti, loro e noi: forse il tour più rock'n'roll del momento. Sarà davvero molto divertente".
Ma non è tutto, perché è previsto anche un video live: "So che dovrei fare un dvd live e sono certo che a un certo punto del tour farò questa cosa. Però non ho nessuna intenzione di fare un cd dal vivo".

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
JIMI HENDRIX
Scopri qui tutti i vinili!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.