Comunicato Stampa: Piemonte Groove a 'Piemonte: Emotions to discover' a Glasgow

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.


PiemonteGroove partecipa all'iniziativa "Piemonte: emotions to discovery", la due giorni promozionale del Piemonte che si svolge a Glasgow il 14 e 15 maggio 2004. Nella giornata di venerdì 14, intitolata "Piemonte: land of innovation", tra le numerose iniziative, PiemonteGroove parteciperà con la performance T:own by PACO DELUXE, dalle ore 19.15 presso The Lighthouse, a cui farà seguito il dj set di Giorgio Valletta (XPLOSIVA) che in precedenza presenterà il progetto PiemonteGroove nel workshop "Piemonte frontiere" abbracciando nel contesto il tema della scena musicale d'avanguardia in Piemonte.
Piemonte fabbrica di futuro
Tradizione e innovazione sono due parole chiave per capire il Piemonte che guarda al futuro. Una regione che sa accettare le sfide e – grazie alla “cultura del fare” e a un radicato know-how – sa affrontare le trasformazioni e darsi nuovi traguardi.
In Piemonte la voglia di modernità è alla base della cultura, la cultura di una terra di confine, abituata a sperimentare e a confrontarsi, a “ingegnerizzare le sfide”: prendere sogni e mutarli in progetti e poi in realtà. Tradizione e innovazione sono gli strumenti per affrontare le trasformazioni che stanno attraversando il territorio. Il Piemonte è, prima di tutto, una fabbrica di innovazione: ogni anno investe 1,3 miliardi di euro in attività di Ricerca e Sviluppo, ha cento laboratori di ricerca, un sistema di Parchi Scientifici connessi con i distretti industriali, tre Università, la nuova “Università di Scienze Gastronomiche” di Pollenzo e la sfida del polo cinematografico.

La creatività ha bisogno di radici solide. Per questo il Piemonte è fabbrica di stabilità: un motore per lo sviluppo nazionale che ha saputo fondare la propria economia non solo sulla produzione di automobili, ma anche attorno ai poli meccanico, tessile, agroalimentare, chimico, aerospaziale, informatico; culture leader che ne hanno costruito nel tempo la credibilità produttiva, che hanno fatto da volano per lo sviluppo di strutture finanziarie e di servizi.
Il Piemonte è poi fabbrica di piaceri. Terra del barocco e dell'Arte Povera, delle Residenze Reali e dei nuovi progetti firmati da architetti di fama mondiale, del vino e dei sapori, del Barolo e del tartufo. E’ infine una casa accogliente che sa trattare bene i propri ospiti, mettendo a disposizione del visitatore un patrimonio di eccellenze che va dai tessuti pregiati del Biellese all'alto artigianato orafo di Valenza, dalle meraviglie architettoniche alle montagne che ospiteranno i Giochi Olimpici Invernali del 2006.

" Piemonte: emotion to discover" - Glasgow – 14 e 15 maggio

venerdì 14 maggio
"Piemonte: land of innovation" - venue: The Lighthouse - gallery 5 - h 18.00 Benvenuto h 18.05 "Piemonte Live" - performance di danza contemporanea, poesia e musica h 18.25 "Piemonte frontiere" - proiezione video h 18.30 "Piemonte frontiere" - - presentazione del volume "Innovation in Piedmont: an illustrated story" Interverranno: Giuliano Tedesco "Piemonte: factory of the future"; Giorgio Valletta "musical avant-garde scene in Piemonte"; Luca Ballarini "new frontier of Piemonte creativity" - Si parlerà anche del caso di un'impresa di successo internazionale - Space Cannon VH "in the name of light" h 19.00 "taste Piemonte" - Qualità della vita/qualità del cibo - un assaggio di Birra Menabrea e Cioccolato Gobino h 19.15 "Piemonte groove" - performance "T:own" by Paco Deluxe - suoni e immagini h 19.45 dj set “piemontegroove” - happy hour con la musica della scena elettronica piemontese

sabato 15 maggio
"Piemonte: land of tradition" - gastronomia e cultura - venue: Parish Hall - 266 George Street h 10.00 conferenza di apertura "the food of stories"- tavola rotonda con la partecipazione di Joe Farrel, Neil Blain, Giovanni Tesio, e letture degli scrittori piemontesi Bruno Gambarotta, Margherita Oggero, Nico Orengo, h 14.00 Reading, scrittori e musica con la partecipazione di Alex Benzie, Bernard MacLaverty, Antonia Swinton, in alternanza a letture di autori italiani e scozzesi di Graziano Melano e Penelope Herman-smith - musica dal vivo e canzoni del Marlevar Group (lingua e suoni dell'Europa Latina).

h 17.30 Reception e assaggio di vini piemontesi a cura dell'Enoteca di Roero -

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2022 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.