Dictators NYC live in Italia per 4 date: l'intervista a Handsome Dick Manitoba

Dictators NYC live in Italia per 4 date: l'intervista a Handsome Dick Manitoba

A fine mese saranno in Italia - per ben quattro date - i Dictators NYC, ossia l'ultima incarnazione dei Dictators, una delle band più importanti e influenti del protopunk/punk statunitense (e newyorkese, a essere precisi). Nati intorno al 1973, hanno pubblicato tre dischi che si portano l'odiosa (ma quasi inevitabile) etichetta di album "seminali" per l'evoluzione del punk rock: "Go girl crazy!" del 1975, "Manifest destiny" del 1977 e "Bloodbrothers" del 1979. Dopo uno scioglimento protrattosi fino al 1991, la band è tornata in attività - anche se molto discontinua - suonando dal vivo e pubblicando un disco di inediti nel 2001 ("DFFD"), un live nel 2005 , una compilation di rarità ("Every day is Saturday") nel 2007) e un greatest hits proprio quest'anno.

Questo blitz italiano, dunque, è uno di quelli imperdibili per gli appassionati del genere. Le date sono le seguenti:
- martedì 29 luglio @ Bolognetti Rocks, Bologna
- mercoledì 30 luglio @ Spazio BOSS, La Spezia
- giovedì 31 luglio @ Arena Sonica, Brescia
- sabato 2 agosto @ Arci Tambourine, Seregno (MB)

La band, peraltro, fra il 2011 e il 2013 ha girato utilizzando il nome di Manitoba - ma proponendo sostanzialmente dei live set dei Dictators. Poi a maggio del 2013 è avvenuto il ritorno alla vecchia ragione sociale, a cui è stato aggiunto un "NYC".
"E' esattamente la stessa band", ci ha spiegato il cantante Richard "Handsome Dick" Manitoba a proposito del cambio di nome, "ma per via della connection coi Dictators ora ai concerti viene più gente. La gente vuole sentire cose che conosce e, dopo 40 anni di Dictators, avendo contribuito nella forma e nella sostanza a quella musica, abbiamo pensato che lo dovessimo ai fan e a noi stessi: volevamo raggiungere il maggior numero possibile di persone possibile con i nostri pezzi. La gente voleva questa musica, ma era disposta a pagare molto più volentieri per vedere i Dictators NYC che non i Manitoba".

La scaletta live andrà a pescare in tutto il repertorio della band, con incursioni nel progetto parallelo anni Ottanta di Manitoba: "Ognuno di noi dice la sua e scegliamo da una lunga lista di brani originali dei Dictators, qualche pezzo dei Manitoba's Wild Kingdom e le nostre cover preferite - alcune le suoniamo da molto tempo, altre sono cose più nuove".

Non è la prima volta che i Dictators toccano l'Italia per suonare, anche se - data la loro attività piuttosto sporadica - non si sono esibiti molte volte nel nostro Paese. Però Manitoba apprezza diversi aspetti dello Stivale e ci tiene a farcelo sapere: "Devo essere molto onesto... mi piacciono le donne italiane. Penso che la vostra lingua sia la più sexy e quella con il suono migliore al mondo. E, se fossi bloccato su un'isola deserta, e mi chiedessero 'Che cibo scegli, per nutrirti fino alla fine dei tuoi giorni?' io sceglierei quello italiano. Senza esitazioni. Non c'è nulla di migliore!!!".

La formazione attuale dei Dictators NYC vede la presenza di Ross "The Boss" Friedman alla chitarra (membro originale del gruppo fin dal 1973), Richard "Handsome Dick" Manitoba alla voce (entrato in organico nel 1975), Daniel Rey alla chitarra (rinomato produttore di band punk e alternative che ha lavorato anche coi Ramones) e Dean Rispler al basso.

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/PUS0v0ojcwElHB-Bk_EEqnrWvLA=/700x0/smart/http%3A%2F%2Fwww.rockol.it%2F%2Fimg%2Ffoto%2Fupload%2Fdictators_nyc.jpg





 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.