Coldplay, la recensione di 'Ghost stories'

Coldplay, la recensione di 'Ghost stories'

E' un album minimalista, per quanto minimalisti possono esserlo i Coldplay. Ha una una produzione decisamente più omogenea di “Mylo Xyloto” - opera in gran parte di Paul Epworth. Anzi è probabilmente il disco più omogeneo della produzione recente della band, forse più pure di “Viva la vida”. "Ghost stories", la nuova prova in studio di Chris Martin e compagni, farà sicuramente discutere, nel bene e nel male. Forte di una produzione più lussuosa che mai - in cabina di regia sono intervenuti, tra gli altri, anche Jon Hopkins, Rick Simpson, Dan Green e persino l'asso della consolle Avicii - la nuova creazione della band britannica riconferma la formazione come forse l'unica, ad oggi, capace di colmare un vuoto - quello del gruppo epico - che gli U2, persi nella loro grandeur, non sembravano più in grado di riempire.

Ecco, a questo indirizzo, la nostra recensione.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.