Guarda Keith Richards che suona il reggae. 'Words of wonder' diventa benefica

Guarda Keith Richards che suona il reggae. 'Words of wonder' diventa benefica

Keith Richards ha collaborato con vari musicisti per una nuova versione del suo pezzo reggae "Words of wonder" che apparve in "Main offender" del 1992. L'intenzione del chitarrista dei Rolling Stones è di dare visibilità all'ente benefico Playing For Change che costruisce scuole d'arte e di musica per bambini di tutto il pianeta. A dare una mano al veterano musicista vi sono il bluesman Keb' Mo', gli artisti reggae Mermans Mosengo e Sherieta Lewis, più vari musicisti USA, dello Zimbabwe, del Messico e dell'Uruguay. La canzone della quale qui vedi il video











sarà inclusa in un CD/DVD intitolato "Playing for Change 3: songs around the world" che sarà pubblicato il prossimo 17 giugno e che includerà contributi di vari altri artisti tra i quali Sara Bareilles e i Los Lobos.
 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.