Proteste per i Libertines a Hyde Park: i residenti non vogliono Pete Doherty

Proteste per i Libertines a Hyde Park: i residenti non vogliono Pete Doherty

Il concerto di reunion dei Libertines, previsto per il 5 luglio all'Hyde Park di Londra nell'ambito del festival British Summertime, potrebbe essere a rischio. Lo scrive l'Independent, riportando che l'annuncio dello show ha sollevato le proteste dei residenti della zona residenziale di Mayfair che abitano a ridosso del parco e che sono già riusciti a far ridurre da 13 a 9 gli eventi musicali estivi programmati nell'area. La pietra dello scandalo, però, non riguarderebbe stavolta tanto il disturbo della quite pubblica quanto la presenza di un ospite sgradito, Pete Doherty. "Non possiamo dare il nostro appoggio a questo show per ovvie ragioni", ha spiegato il presidente della Residents' Society of Mayfair and St. James Anthony Lorenz. "Abbiamo avuto degli incontri a riguardo dei livelli di rumore e del controllo dei volumi nei concerti ad Hyde Park e ultimamente le cose hanno funzionato. Ma non possiamo dare il nostro consenso alla presenza di un individuo come quello (Doherty, appunto). Insieme al concerto di Ozzy Osbourne del giorno prima è l'ultima cosa di cui abbiamo bisogno nel bel mezzo di Mayfair".

Un'altra preoccupazione dei residenti riguarda la possibile violazione degli orari di coprifuoco. Ma su questo argomento l'altro leader del gruppo, Carl Barât, ha subito ribattuto: "Non sono preoccupato del fatto che potremmo salire tardi sul palco. Chi si preoccupa del rumore non avrebbe dovuto trasferirsi nelle vicinanze di Hyde Park. Spero che non violeremo il coprifuoco ma lo verificheremo solo quella notte".

I Libertines non si esibiscono insieme dal 2010, quando suonarono come headliner ai festival di Reading e Leeds.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.