Adriano Celentano: «Non è un disco forte. Ma io mi accontento».

“Lo reputo un buon disco. Non un disco forte”, dice con ammirevole sincerità (e un pizzico di autolesionismo?) Adriano Celentano a Gino Castaldo di “Repubblica” in un’intervista relativa al disco-evento “Mina Celentano”. Spiega il Molleggiato (o, come lo ha soprannominato Mina, “Molly”): “Quello che dico io è che a un progetto così importante dovevamo dedicare più tempo. Non è stata colpa di nessuno, solo che il fatto che la notizia sia trapelata ci ha messo un po’ di fretta. Abbiamo fissato una scadenza e questo ci ha condizionato. Ma diciamo che io mi accontento, perché ho anche questa virtù di accontentarmi...”.

Dall'archivio di Rockol - 1991, l'ultimo anno d'oro del rock
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.