Addio a Jesse Winchester

E' morto ieri all'età di 69 anni Jesse Winchester, figura di primo piano sul panorama americana le cui opere, nel corso degli anni, sono state registrate da - tra gli altri - Everly Brothers, Elvis Costello, Joan Baez e Emmylou Harris: a dare l'annuncio della scomparsa dell'artista, al quale tre anni fa fu diagnosticato un tumore all'esofago, è stata la sua famiglia, per mezzo della sua pagina Facebook.

Nato in Louisiana ma cresciuto a Memphis, Tennessee, dopo aver portato brillantemente a termine gli studi Winchester fuggì a Montreal, in Canada, per evitare la chiamata alle armi che l'avrebbe portato a combattere in Vietnam: a spingerlo a iniziare la carriera da cantautore fu

Robbie Robertson della Band, che lo aiutò a registrare il suo omonimo disco d'esordio, pubblicato nel 1970. Impossibilitato a tornare negli USA perché renitente alla leva, Winchester divenne noto innanzitutto come autore, grazie anche a brani come Yankee lady", "The brand new Tennessee waltz", "Mississippi, you're on my mind", "A showman's life" e "Biloxi", che entrarono nel repertorio di diversi suoi illustri colleghi. Della sua vicenda si occupò persino il presidente Carter, che nel 1976 dichiarò di voler concedere l'amnistia ai renitenti alla leva, eccezion fatta per i disertori e chiunque avesse cambiato cittadinanza per evitare la chiamata alle armi: Winchester, diventato nel frattempo cittadino canadese, fu graziato per merito del suo manager di allora, Barry Bozeman, che riuscì a convincere lo staff presidenziale della buona fede del suo assistito.

Tornato negli USA solo nel 2002, stabilendosi in Virginia, Winchester nel 2007 fu insignito del premio alla carriera dalla American Society of Composers, Authors and Publishers: il suo ultimo album, "Love filling station", fu pubblicato nel 2009.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.