Effetto Grammy: Daft Punk e altri, vendite moltiplicate

Effetto Grammy: Daft Punk e altri, vendite moltiplicate

Qualcuno stava vendendo poco, qualcuno affatto, qualcuno andava bene ma qualche copia in più non si butta via: una parte dei gratificati ai recenti Grammy Awards non può che ringraziare i premi perché le vendite e gli streaming, negli USA, sono cresciuti di parecchio. I Daft Punk, che ai Grammy hanno rastrellato tre riconoscimenti, si sono messi in tasca anche dei significativi aumenti di interesse: negli States, dopo la serata trasmessa dalla CBS e seguita in diretta in Italia solo da chi è rimasto sveglio di notte, gli stream del duo francese su Spotify sono cresciuti del 200%. E non solo: "Get lucky" è entrata nella Top 5 "Tracks purchased" di Shazam mentre l'album "Random access memories", nella classifica dei più venduti di Amazon, è schizzato dal numero cinquantuno al numero tre.

Altri beneficiati: i Chicago, la cui "Does anybody know what time it is?", eseguita con Robin Thicke, è cresciuta del 150% su Spotify; Paul McCartney, apparso sul palco con Ringo Starr per riportare un po' di magia dei Beatles, i cui stream su Spotify sono cresciuti del 126%; e specialmente Lorde, con la canzone "Royals" e l'album "Pure heroine" che si sono arrampicati al numero uno delle chart di Amazon.




Contenuto non disponibile







In quanto alla classifica "classica" USA, quella di Billboard che comunque tiene conto delle copie vendute via download, il discorso non può essere completato sino in fondo in quanto la manifestazione si è riflessa su un solo giorno di vendite; tuttavia la rivista statunitense fondata nel 1894 ha riferito a "Rolling Stone" che tredici album hanno beneficiato sicuramente dell'esposizione TV. Nel novero sono da includere "Pure heroine" di Lorde e "Prism" di Katy Perry.

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.