Chiuso il caso di negligenza per la morte di Aaliyah

I genitori di Aaliyah hanno raggiunto un accordo per sistemare la causa in corso contro la Blackhawk International Airways Corp.

L’avvocato dei coniugi Diane e Michael Haughton ha fatto sapere che il procedimento in corso che accusa la compagnia aerea di negligenza, perché responsabile del disastro avvenuto nelle Bahamas il 25 agosto 2001 e che è costato la vita alla giovane cantante r&b (vedi News), è stato chiuso. I termini economici dell'accordo sono riservati, per richiesta della famiglia di Aaliyah, che ha pregato la stampa di non insistere ulteriormente su una faccenda che loro gradirebbero gettarsi alle spalle definitivamente. L’accusa di negligenza è dovuta al fatto che, dopo le opportune investigazioni, si è scoperto che il Cessna sul quale volava l’artista era troppo pesante, e non aveva neppure il permesso per effettuare voli commerciali nella Bahamas. .

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.