Si salva (definitivamente) il Ministry Of Sound di Londra

Si salva (definitivamente) il Ministry Of Sound di Londra

Finalmente una notizia su un locale che non chiude: dopo le saracinesche abbassate su vari luoghi musicali londinesi (Bull And Gate, Luminaire, Astoria), il Ministry Of Sound si salva definitivamente. Dopo oltre vent’anni di attività e dopo aver ospitato i principali esponenti della scena dance, house e techno tra cui Tiesto, David Guetta ed Eric Prydz, lo storico club della capitale, che già nel 2011 aveva visto allontanarsi lo spettro della serrata ma sul cui capo ancora gravavano incognite, potrà proseguire la propria attività. In base all'accordo definitivo tra il MOS e l'impresa di costruzioni Englewood Ltd incaricata di costruire un grande complesso residenziale proprio davanti alla discoteca, nella zona di Southwark, si salvano capra e cavoli. Da una parte il caseggiato - che comprende un palazzo da 41  piani - sarà realizzato,  dall'altra la disco proseguirà senza temere eventuali lamentele da parte dei futuri residenti. "Questo accordo", ha riferito all'"Evening Standard" il portavoce di Englewood, "significa che entrambe la parti possono ben coesistere a Southwark".




Contenuto non disponibile







L'accordo è stato caldeggiato anche da Boris Johnson, il sindaco di Londra che secondo voci potrebbe candidarsi a futuro premier. I futuri residenti del caseggiato saranno protetti anche con speciali finestre antirumore. E il Ministry non dovrà abbassare i decibel.
 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
1 dic
Scopri tutte le date

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.