Premio alla carriera per Trevor Horn (Yes, Eros, Seal)

Premio alla carriera per Trevor Horn (Yes, Eros, Seal)

Inizialmente Trevor Horn non era altro che un membro dei Buggles, la strana formazione che lanciò MTV (in Italia era ancora Videomusic e partì nel 1984) con il suo primo ed ultimo successo, "Video killed the radio star". Le trasmissioni di MTV iniziarono il 1° agosto 1981 alle 12.01 con le parole "Ladies and gentlemen, rock and roll" pronunciate da John Lack. Dopo un riff di chitarra e il logo arrivò "Video killed the radio star". Sono trascorsi 32 anni abbondanti, e molti dei Buggles non si ricordano più. Del resto forse più giusto pensare ad Horn, oltre che a "the man who invented the Eighties", e alla sua feconda attività di produttore che gli ha fatto anche guadagnare un Grammy. Sessantaquattro anni, nato a Durham, centomila abitanti sul fiume Wear, Trevor ha lavorato per - tra gli altri - Yes, Pet Shop Boys, Robbie Williams, Grace Jones, John Legend, Tina Turner, Eros Ramazzotti e Seal. Horn peraltro possiede i Sarm Studios, sale di registrazione nella zona londinese di Notting Hill dove fu assemblato "Led Zeppelin IV".




Contenuto non disponibile







E ora il premio alla carriera. Sarà la Music Producers Guild del Regno Unito a conferire a Trevor, peraltro già vincitore di tre Brit Awards, il prestigioso "Award for Outstanding Contribution to UK Music". La MPG's 2014 Awards Ceremony si terrà il prossimo 13 febbraio presso l'albergo Park Plaza Riverbank di Londra. "Lo conosco da più di trent'anni", ha affermato Steve Levine, presidente della Music Producers Guild, "e ho sempre ammirato le sue abilità produttive innovative. E' il giusto vincitore di questo prestigiosissimo premio".
 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.