Adele a Buckingham Palace, diventa MBE

Adele a Buckingham Palace, diventa MBE

Ci sono anche dei musicisti britannici che fingono indifferenza. Qualcuno ostenta sufficienza. Ma la verità è che una onorificenza da parte di Buckingham Palace, a parte per una ristrettissima e sdegnosa pattuglia che in passato ha rifiutato, fa sempre maledettamente piacere. E' dicembre ed è stata ufficializzata l'abituale lista Queen's Birthday Honours in cui sono contenuti i nomi dei personaggi che, con le loro azioni, hanno contribuito al lustro della Gran Bretagna. E quest'anno ci sono anche Adele e PJ Harvey. la notizia del conferimento dei titoli, gli MBE, era stata anticipata a metà dello scorso giugno; stavolta si tratta dell'assegnazione "fisica" che avverrà domani presso la sede principale della monarchia britannica. Adele diventerà Miss Adele Adkins MBE, acronimo che sta per (Member of the) Most Excellent Order of the British Empire. L'MBE è il grado più basso dell'ordine di cavalierato, istituito nel 1917 da Giorgio V, della monarchia britannica; un gradino sopra c'è l'OBE, Officer of the British Empire. A giocare un forte ruolo a favore dell'assegnazione del titolo ha sicuramente contribuito la straordinaria riuscita commerciale dell'album "21", con evidenti ricadute positive sull'export britannico.




Contenuto non disponibile







Quest'anno, come negli anni precedenti, l'elenco degli insigniti dell'MBE è lungo. Per fare un esempio, Adele Adkins, nonostante tra le prime in ordine alfabetico, è solo terza. Prima di lei c'è il signor Andrew Adams, ispettore di polizia del Gwent, e dopo di lei figura la signora
Olufunmike Olusola Omobola Asake Afuape, presidentessa di un ente londinese a favore delle minoranze etniche.

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.