Rebecca Black di nuovo 'virale': dopo 'Friday' c'è 'Saturday'

Rebecca Black di nuovo 'virale': dopo 'Friday' c'è 'Saturday'

Era il primo trimestre 2011 quando improvvisamente si fece un gran parlare di una canzone apparentemente banale, se non bruttina. O, meglio: più che parlare, cliccare. Perché milioni di persone si misero a cercare il video abbinato a "Friday", definita "la peggior canzone pop di tutti i tempi". A metà marzo il video di "Friday" di Rebecca Black, nel cui testo brillava il passaggio "domani è sabato, e dopo viene domenica", era già stato cliccato più di 13 milioni di volte e la canzone era entrata nella "Official iTunes download chart". Numeri quasi da ridere adesso, alla luce di "Gangnam style", ma quasi tre anni fa era tutta un'altra storia. Storia che rischia di ripetersi. Perché, dopo una manciata di singoli rivelatisi dei flopponi, Rebecca è tornata alla carica. E, visto che la tattica del nuovo singolo non funziona, per la sua nuova proposta ha preferito utilizzare la formula "il sequel uffciale di Friday". E cosa c'è dopo il venerdì? Sabato. Ecco così che dopo "Friday" arriva "Saturday".











La cantante, che dopo la pubblicazione di "Friday" a scuola fu vittima di pesanti ironie se non addirttura di episodi di bullismo, rende noto
che gli utenti stanno cliccando sul video di YouTube abbinato al pezzo alla grande. E l'NME già parla di nuovo fenomeno virale. Nella serata di domenica 8 dicembre le visualizzazioni avevano superato quota 5 milioni.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.