Joe Pesci (ri)diventa cantante

Joe Pesci (ri)diventa cantante
L’attore Joe Pesci debutta come cantante: con il nome di battaglia di Vincent La Guardia Gambini (è il personaggio da lui interpretato nel film “Mio cugino Vincenzo”) ha inciso un Cd intitolato “…sings for you”. Secondo Pesci, che prima di diventare attore sognava di diventare protagonista di commedie musicali, spiega che l'idea di far incidere canzoni a 'Vinnie' è stata sua e del presidente della Sony Music, Tommy Mottola. «Abbiamo pensato che sarebbe stato divertente far cantare a un personaggio di Brooklyn alcune canzoni dal testo un po' ironico. E abbiamo scelto Vincenzo perché i miei altri personaggi di Brooklyn sono criminali o truffatori».
Il disco, che ironizza sullo stereotipo dell'italoamericano mafioso, non è in realtà il debutto dell’attore come cantante: nel 1968 Pesci incise un album con lo pseudonimo di Joe Ritchie, che fu un fiasco clamoroso.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.