E' fallita l'azienda fondata da Lily Allen

E' fallita l'azienda fondata da Lily Allen

Lucy In Disguise, il negozio di abbigliamento vintage che Lily Allen e sua sorella Sarah avevano aperto a Londra nel 2010, c'è ancora ma l'azienda che lo teneva in piedi è fallita. L'attività delle sorelle era stata inaugurata nel settembre di tre anni fa e si trovava al civico 10 di King Street nella centralissima zona di Covent Garden, a pochi minuti a piedi da Piccadilly Circus. Poi si era spostata al 48 di Lexington Street, Soho. Poco dopo l'inaugurazione Lily aveva detto: "Amo i vestiti vintage, io e mia sorella non siamo stiliste però ci piace moltissimo la moda; lavorare con il vintage ci dà modo d'essere creative. L'idea ci è venuta assieme. E' bello lavorare con mia sorella, quando si tratta di lavorare con qualcuno per me la fiducia è essenziale e con mia sorella non ci sono problemi di fiducia". Ma già nel 2011 la cantante aveva preferito passare l'amministrazione dell'attività a Sarah. Ora la società, Lucy In Disguise Llp, è stata posta in liquidazione. Il "Daily Mail" riferisce che Lucy In Disguise doveva soldi all'azienda di abbigliamento Aurora Fashion, e quando quest'ultima si è rivolta al tribunale per essere pagata, l'attività delle sorelle ha chiuso i battenti. Il negozio tuttavia risulta ancora aperto.




Contenuto non disponibile







Lo scorso 12 novembre Lily Allen ha postato il video relativo ad "Hard out here", sua prima canzone originale dal 2009 e che arriva ad una manciata di giorni dalla sua cover di "Somewhere only we know" dei Keane; quest'ultimo brano figura nello spot natalizio della catena britannica di grandi magazzini John Lewis e ieri ha debuttato al numero 2 della chart dei singoli del Regno Unito. Commentando per l'"Observer" appunto "Hard out here", il cui refrain recita "it's hard out here for a bitch", Lily ha spiegato l'uso del termine "bitch" che nel femminismo moderno ha perduto il peggiorativo, "stron*a", per assumere il significato di "donna forte". "Dolly Parton è una bitch", ha detto la cantante. "Adele pure. Angela Merkel è una bitch come pure Rihanna, mia mamma e Miley. Miley è la mia eroina. Kate Middleton NON è una bitch".
 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.