John Lydon: 'Fu Mick Jagger a pagare gli avvocati a Sid Vicious nel '78'

Nel corso di un'intervista rilasciata al Daily Record il già frontman dei Sex Pistols John Lydon ha rivelato che fu Mick Jagger a pagare gli avvocati che seguirono Sid Vicious quando - nell'ottobre del 1978 - il bassista fu accusato di aver ucciso la sua fidanzata Nancy Spungen. "Lei era un persona orribile, votata all'autodistruzione", ha ricordato Lydon: "Il suo stile di vita l'ha portata alla morte, e di conseguenza ha portato anche alla morte di Sid. Io ho provato ad aiutarlo: sentivo una certa responsabilità nei suoi confronti perché l'avevo portato nei Sex Pistols pensando che avrebbe retto alla pressione, ma non ne fu capace. La ragione per la quale la gente fa uso di eroina è perché non è in grado di reggere alla pressione. Povero, vecchio Sid".

"La sua morte è circondata dal mistero, ma in realtà di misterioso non c'è niente", ha continuato il cantante: "Chiunque abbia mai avuto a che fare con certe sostanze sa che certi incidenti possono accadere". Poi, il ricordo di quel tragico ottobre di trentacinque anni fa: "L'unica buona notizia che venni a sapere fu che Mick Jagger avesse ingaggiato degli avvocati per assistere Sid. Il nostro manager di allora, Malcolm McLaren, non credo avesse mosso nemmeno un dito, semplicemente perché non aveva la più pallida idea di cosa fare. Per questo stimo Mick: gli rendo omaggio, perché fu capace di essere attivo dietro le quinte senza mai sfruttare questa vicenda per farsi pubblicità".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.