Oggi in breve 1: Adele, Motörhead, Humble Pie, Killers

Oggi in breve 1: Adele, Motörhead, Humble Pie, Killers

Adele, la cantante inglese che ha venduto milioni di copie del suo secondo album "21", ha ricevuto un'offerta stratosferica per una residency a Las Vegas: si parla di ben 40 milioni di dollari messi sul piatto dagli organizzatori. Una cifra che entra ufficialmente nel gotha dei cachet degli artisti più pagati per esibirsi a Las Vegas, tra cui ci sono i nomi di Rod Stewart, Tom Jones, Celine Dion e Britney Spears.
Elton John, che è molto amico della cantante, sembra che le abbia caldamente consigliato di accettare - anche perché pare che la cifra, con le giuste mosse diplomatiche in fase di negoziazione, potrebbe ancora crescere.

Se siete dei veri fan hardcore dei Motörhead e non potete aspettare il 22 ottobre per ascoltare il nuovo album "Aftershock", potete alleviare leggermente il tormento dell'attesa (ma badate bene: solo leggermente). Il sito tedesco JPC.de, infatti, offre in preview dei frammenti di tutti i brani dell'album, ascoltabili in streaming (a questo indirizzo: www.jpc.de/jpcng/poprock/detail/-/art/Motrhead-Aftershock/hnum/2893479).
Il disco intanto uscirà anche il 21 ottobre, in allegato a un'edizione speciale di Classic Rock (edizione britannica, ovviamente), nel formato fan pack - con il cd, un numero monografico del magazine sui Motörhead, un poster gigante double-face e un adesivo.

Sta per essere ripubblicato il doppio live "Performance: Rockin' The Fillmore", una delle pietre miliari della discografia degli Humble Pie (nella loro formazione originale, quella con Steve Marriott e Peter Frampton). Il disco però è stato rimasterizzato ed espanso con brani in più, tanto che è diventato un quadruplo cd che contiene tutti e quattro gli show che il gruppo incise al Fillmore di New York a fine maggio del 1971.
Il titolo della nuova edizione è "Performance: Rockin’ The Fillmore — The Complete Recordings" e il tutto è stato rimasterizzato con la supervisione di Frampton e del bassista Jerry Shirley.





Tempi duri per i Killers: pur senza fare allarmismo, il New Musical Express solleva il velo su un malessere interno alla formazione che nelle ultime settimane sta portando il gruppo sull'orlo della crisi. Incontrato dai cronisti della testata britannica nel backstage di un concerto a Shanghai, data che il bassista Mark Stoermer ha mancato per "motivi personali", Dave Keuning si è abbandonato ad una confessione shock: "Non ne posso più di tutto questo: sono distrutto. La fine è vicina. Certo, qualcuno potrebbe chiedersi: 'Perché ti lamenti?'. Ma nessuno ha fatto quello che ho fatto io, è difficile capire: abbiamo fatto un casino di date". "Fare parte di questa macchina è fisicamente e psicologicamente estenuante", gli ha fatto eco il batterista Ronnie Vanucci: 'Spero che il gruppo vada avanti, anche nel caso Mark dovesse lasciare. Ma, certo, non sarebbe più lo stesso gruppo...".  

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.