Comunicato Stampa: Van Morrison al 'Folkest'

Comunicato Stampa: Van Morrison al 'Folkest'
La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

VAN MORRISON
PRIMO GRANDE OSPITE DEL FOLKEST
IL 16 LUGLIO AL CASTELLO DI UDINE

Van Morrison è il primo grande ospite annunciato del FOLKEST, il più importante Festival di musica folk giunto alla XXV edizione, che si terrà dal 3 al 27 luglio 2003 in varie località del Friuli Venezia Giulia, Veneto, Istria.
Si esibirà nello scenario unico del Castello di Udine, in una serata, il 16 luglio, che con tre mesi d’anticipo si può già definire storica per la musica in Friuli.
Troppo poeta per essere soltanto un rocker, troppo energico per essere soltanto un folk singer, troppo irlandese, di origine scozzese per essere soltanto uno dei più grandi interpreti bianchi del rhythm’n’blues.
Nessuna definizione semplicistica si adatta a George Ivan Morrison, meglio noto come Van Morrison o ancora di più come Van The Man.
Di lui è stato detto e scritto di tutto e di più. La carriera artistica di Van Morrison inizia negli anni Sessanta con la band dei Monarch, che poi mutarono il proprio nome in Them e conobbero il successo: la loro “Gloria” è seconda forse solo a “Satisfaction” dei Rolling Stones in quanto a notorietà presso le cover bands di tutto il mondo. Nel 1967 si trasferisce negli Stati Uniti e dopo alterne esperienze, comunque formative a stretto contatto con gli ambienti migliori della scena musicale d’oltreoceano, pubblica per la Warner “Astral Weeks” (1968) un disco che mescola ingredienti folk e jazz. E’ poi la volta di “Moondance” (1970), che contribuisce in modo ancor più deciso alla sua affermazione come uno dei più interessanti autori ed interpreti del secolo. Due dischi capolavoro che ancor oggi forniscono brani, spesso rimessi a nuovo, per i suoi concerti dal vivo. E di dischi, in questi ultimi trent’anni, Van Morrison ne ha messi insieme parecchi: alcuni stupendi, altri soltanto buoni, tutti uniti da quel suo marchio di fabbrica inconfondibile che è la gran classe, un gusto particolare per il “far bene le cose”, anche con la sua grinta e la sua aggressività, ma con stile. Un signore, un gran signore del palco, che non ha mai deluso i suoi milioni di fans sparsi per tutto il mondo.
Così come non ha deluso, anzi ha entusiasmato, il suo ultimo disco “Down the Road”, che a detta della critica più sensibile ci regala almeno altre due canzoni degne di entrare nella storia della sua discografia: “The beauty of the days gone by” e “Fast train”, che ci auguriamo di poter ascoltare dal vivo il 16 luglio, al Castello, nell’appuntamento più importante di Folkest 2003 a Udine.
Oltre a Van Morrison, il cast del Folkest di quest’anno si presenta particolarmente ricco, ecco i primi nomi: Fairport Convention, Alan Stivell, JethroTull, Eric Andersen, Massimo Bubola, Sergio Cammariere, Tarika, Te Vaka,LaSedon Salvadie, Alice, Allan Taylor e molti altri (oltre 350 artisti per il 25mo anniversario del Folkest).<
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.