Australia, il promoter AJ Maddah in polemica con i Nine Inch Nails

Australia, il promoter AJ Maddah in polemica con i Nine Inch Nails

Non è esattamente il primo venuto, AJ Maddah: se alle nostre latitudini il suo nome ai più non dice assolutamente nulla, agli antipodi - e più precisamente in Australia - il promoter, organizzatore del festival Soundwave, è considerato uno dei personaggi più importanti (e potenti) del musicbiz locale. E non è nemmeno tipo dal carattere schivo: all'inizio di quest'anno l'organizzatore si era lanciato in una polemica (poi rientrata) con Travis Barker dei Blink-182, reo - a suo dire - di aver cancellato all'ultimo momento l'apparizione della sua band (a causa della sua paura di volare) alla sua manifestazione.

Due anni prima, senza battere ciglio, .Maddah aveva liquidato senza troppi complimenti Courtney Love, che aveva costretto al forfait le sue Hole perché assegnate ad uno slot (a dire della vedova Cobain) non sufficientemente prestigioso. "Meglio non convincerla a tornare sui suoi passi", twittò all'epoca il promoter: "Cancellerebbe la sua partecipazione più avanti, o - peggio - si comporterebbe come una stron*a nei confronti degli altri artisti e del pubblico".

Poche ore fa Maddah ha annunciato il cast della prossima edizione del Soundwave (in programma tra il febbraio e il marzo prossimi), che includerà - tra gli altri - Green Day, Stone Temple Pilots, Placebo e Alice in Chains. Nonostante circolassero insistentemente voci che davano i Nine Inch Nails praticamente certi nel bill, della band di Trent Reznor, nel programma definitivo, non si è fatta menzione. Logica, a questo punto, la curiosità dei fan, che hanno interrogato l'organizzatore - sempre via Twitter - sulle ragioni dell'assenza della formazione.

L'assist ideale, per il promoter, per scoperchiare il vaso di Pandora: "Mi spiace, Sarah", ha risposto Maddah ad una fan, "Purtroppo Trent, ora, desidera essere mainstream, e raggiungere il pubblico di Justin Timberlake". All'incredula platea virtuale che domandava dove fossero i NIN prima è stata fornita una risposta di pancia ("Sù per le loro chiappe") poi una spiegazione più circostanziata: "Ragazzi, non è una mia invenzione. Trent ha detto al suo agente che sta cercando un audience più sofisticato. Parole sue. Suona un po' triste che non voglia più trovarsi davanti 'dark e gente vestita di nero' (virgolettato nel tweet originale, ndr) per cercarsi un pubblico più raffinato".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.