Comunicato Stampa: 'Art live', festival internazionale di contaminazioni, terza edizione

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

Si svolgerà a Torino, presso la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, la terza edizione di Art Live, Festival Internazionale di Contaminazioni diretto da Gianpiero Gallina, direttore artistico di Musica90, da Francesca Alfano Miglietti (FAM), direttore della rivista Virus e insegnante all’ Accademia di Brera e da Silvio Mossetto (Musica90).
Il tema di questa terza edizione sarà STRANIERI, la dimensione dell’Altro, del Diverso che irrompe in una cultura portando con sé i germi di un nuovo modo di sentire e di correlarsi con la realtà. Mettendo in contaminazione reciproca gli artisti e il pubblico, gli artisti tra di loro e i loro diversi linguaggi.
Nove i gruppi e gli artisti invitati a questa tre giorni fitta di appuntamenti che si terrà nei vari spazi della Fondazione, con concerti, installazioni, avvenimenti teatrali, performances, mostre, immagini, moda: Victor Bellaish, Diamanda Galàs, InSectCorp, Francesco Jodice, Sukran Moral, On-Ice Collective, Fathy Salama, Studio Azzurro, T.B.C.
Un abbonamento per seguire tutta la manifestazione del costo di 18 euro: e ci si potrà spostare da uno spazio all’altro, partecipare a tutti gli eventi, immergersi in una performance che dal pomeriggio di giovedì 16 terminerà nella notte del giorno medesimo per riprendere il giorno dopo e quindi sabato fino a notte.
Ogni sera, sarà possibile cenare presso il ristorante Spazio della Fondazione (previa prenotazione tel. 011 198316256) con tre menu pensati appositamente per gli ospiti del festival.

Art Live3 Festival Internazionale di Contaminazioni musica/performance/teoria/immagini/moda
Musica90 Virus Mutations
www.musica90.net

IL PROGRAMMA

Giovedì 16 gennaio 2003
21,00 On Ice Collective (Italia) Soxno – azione – SALA GRANDE

Venerdì 17 gennaio 2003
18,00 Sukran Moral (Turchia/Italia) Despair – performance – SALA GRANDE
19,00 Francesco Jodice (Italia) 3200°K – prima visione – AUDITORIUM
20,00 T.B.C. (Italia) Panico da genitali – performance – BOOK SHOP
21,00 Live – Incontro con
Victor Bellaish, Diamanda Galas, Francesco Jodice, Valentina Love, Betti Marenko, Gerardo LaMattina, Sukran Moral, On Ice Collective, Paolo Rosa, Fathy Salama – AUDITORIUM
22,30 Studio Azzurro (Italia) Paesaggi instabili. Viaggio tra visioni del Mediterraneo – TUNNEL
23,30 Fathy Salama (Egitto) Kouchari Project – Special project – SALA GRANDE
Sabato 18 gennaio 2003
18,00 T.B.C. (Italia) Grado zero – performance – BOOK SHOP
19,00 In.Sect.Corp (Cape Town/Londra/Italia) SkinScapes Technical Facilitation By C6 (UK) video/installazione – AUDITORIUM
21,30 Diamanda Galàs (Stati Uniti) La serpenta canta – concerto – SALA GRANDE
23,30 Victor Bellaish (Israele) Fashion Untitled – installazione – TUNNEL
00,30 Live (Italia)– notte video – AUDITORIUM

GLI INVITATI

Victor Bellaish
Unico stilista israeliano presente nella scena internazionale della moda, con Bellaish il contatto si apre a nuovi lati del mondo, ad altre leggende, ad altri orizzonti. La moda, tra le prime, ha imparato a esprimere la convivenza quotidiana con le culture che ci ostiniamo a pensare aliene. Bellaish inizia a pensare la moda a soli dieci anni: il suo sogno era vivere l'Europa, la sua fortuna l'incontro con Roberto Cavalli. Un ponte unisce Occidente e Oriente, pitture pop e decorazioni raffinate, intrecci di memorie e progetti di futuro.
www.victorbellaish.com

Diamanda Galàs
Stimata e apprezzata in tutto il mondo e ormai considerata un’artista cult, che da sempre preferisce la furia vocale e l'intensità, al bel canto. Attraverso un'espressività deflagrante e un uso primordiale eppure sofisticato dell'elettronica è riuscita a rivoluzionare il concetto stesso di canto.
Diamanda Galàs debutta nel 1979 definendosi come una via di mezzo tra la Callas e "L'Esorcista".
A scoprire il talento di Diamanda (che, come le grandi cantanti liriche, ha quattro ottave di estensione) fu il Living Theatre che le propose di esibirsi nei manicomi. Nei primi anni '70, la Galàs ha invece collaborato a Los Angeles con jazzisti d'avanguardia come David Murray, Butch Morris e Mark Dresser. La sperimentazione senza posa, attraverso l'estremizzazione dello strumento voce, aggiunge un'incredibile tragicità ai temi sovente di impegno sociale che affrontano le sue canzoni, le sue opere, i suoi concerti-evento.
www.diamandagalas.com

InSect.Corp
Valentina Love e Betti Marenko. La prima artista e fotografa, vive da qualche anno a Cape Town dove è protagonista e partecipe delle nuove soglie delle frontiere di uno sguardo straniero nell’arte contemporanea. La seconda vive a Londra e si occupa del rapporto tra pratiche radicali di modificazioni del corpo e trasformazioni della soggettività, combinando nel suo lavoro ricerca teorica e sperimentazione personale. Insieme danno vita ad una presenza in cui immagine, suono e parola si fondono per una nuova concezione dell’opera.
www.feltrinelli.com

Francesco Jodice
Uno dei giovani protagonisti dello sguardo contemporaneo. Alcune delle sue serie in progress più conosciute, quali Cartoline dagli altri spazi, Abitudini temporanee, What We Want e Secret Traces sono state esposte in alcune delle più interessanti e vivaci mostre, quali Mutations a Bourdeaux e ad Instant city, al Museo Pecci di Prato, alla triennale di Milano, è stato il protagonista dell’ultima edizione di Dokumenta Kassel. Molte le sue partecipazioni alle più importanti rassegne internazionali.
www.triennale.com

Sukran Moral
Turca, da qualche anno in transito a Roma, Sukran è un esempio della nuova mentalità, multi-identitaria e multi-etnica, che ha introdotto una nuova metodologia nella sfera performativa dell’arte. Protagonista delle due edizioni alla Biennale di Instanbul, alcuni dei suoi video sono stati scelti da Enrico Ghezzi in importanti rassegne. Ha realizzato video-documentari artistici sulla condizione femminile in Turchia, sulla condizione degli emarginati e sulle tematiche sociali.
www.undo.net

On-Ice Collective
Giovani torinesi, si definiscono nucleo di sperimentazione, esordendo nel 1998 con lo spettacolo Minotauro, presentato nella Lavanderia a Vapore dell’ ex- ospedale psichiatrico di Collegno (To).
Compongono il gruppo, la band di rock sperimentale On Ice (recente la pubblicazione dell’album omonimo) e la compagnia teatrale Biocide che opera da cinque anni nel teatro di avanguardia.
Per ArtLive3, Musica 90 produce il loro nuovo spettacolo Soxno, esperienza di veglia forzata tra tecnologie real-time-video e live sound.
www.soxno.com
www.abusedmedia.it
www.on-ice.org

Paolo Rosa - Studio Azzurro
Un team che dal 1982 esplora le vie dell’immagine in movimento, soprattutto attraverso installazioni video e multimediali, creando una rete fitta di contaminazioni con il cinema, il teatro, la danza e tutto quanto nelle arti visive si lascia contaminare. Presenti alle più importanti rassegne dell’arte contemporanea, sono stati i protagonisti di Dokumenta Kassel, Biennali di Venezia e mostre monografiche nei più importanti museo del mondo.
www.studioazzurro.com

Fathy Salama
Fathy Salama, affermatissimo musicista e compositore egiziano, dopo aver studiato musica classica e tradizionale nel suo paese e il jazz sia in Egitto sia negli Stati Uniti, con artisti di grande talento quali Barry Harris, Hal Galper, Malik Osman, ha concentrato il proprio interesse negli ultimi anni sulle serialità ritmiche tradizionali arabe, distinguendosi per le proprie rielaborazioni e composizioni sperimentali e molto contaminate con i suoni jazz. I suoi nuovi progetti fondono i ritmi tradizionale del sud del Nilo con la techno, la drum and bass e l'hip-hop, suoni tipici della cultura occidentale più avanzata. Questa mescolanza di suoni e di ritmi è stata ribattezzata Off Beat from Cairo, una versione e interpretazione egiziana dei moderni ritmi dell’ elettronica.A cavallo tra il 2001 ed il 2002, Fathy Salama è stato invitato a presentare il suo lavoro nei teatri e club di tutta Europa e Nord Africa, approdando anche al Teatro Nazionale del Cairo. Per Art Live 3, metterà in scena - in prima italiana - il suo nuovo spettacolo di immagini e musica, accompagnato da musicisti tradizionali egiziani, due ballerine e tre video-makers.
www.fathysalama.com

T. B. C.
Sono i più noti performer di una forma di presenza live al confine tra arte, cinema, intrattenimento. Protagonisti di eventi live allo stesso tempo intimo e spettacolare.
Dalla presenza performativa alle azioni compiute tra la videocamera e i monitor, propongono informazioni che ritornano al caos, in accordo con l'intervento sonoro, che consentono agli spettatori un doppio sguardo: sul risultato della manipolazione, le immagini astratte proiettate dal videoproiettore, e sulle micro azioni che le generano.
www.geocities.com

UTILITIES

INDIRIZZI
Fondazione Sandretto Re Rebaudengo via Modane 16 Torino 011 19831600 www.fondsrr.org
Il ristorante Spazio della Fondazione, aperto dalle 20,00 alle 01,00 proporrà dei menù speciali per il pubblico di Art Live (per prenotazione 011 19831626) www.fondsrr.org/spazio

BIGLIETTERIA
Giovedì 16 ingresso gratuito
Per venerdì 17 e sabato 18 è in vendita esclusivamente un pass-abbonamento a 18,00 euro che consente la libera circolazione al festival per entrambe le giornate

PREVENDITE
Biglietteria FNAC a Torino, Milano, Genova e Verona
Rete TicketOne in tutta Italia e on line su www.ticketone.it
Rete BoxOffice Ricordi in tutta Italia 02 54271

INFO
MUSICA 90 Tel. 011.4343333
www.musica90.net e-mail: musica90@musica90.net
Dall'archivio di Rockol - 11 Artisti diventati famosi grazie ai video su Internet
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.