Morto Zal dei Lovin' Spoonful

Morto Zal dei Lovin' Spoonful
Il "Toronto Star" riporta che Zal Yanovsky, ex chitarrista dei Lovin' Spoonful, è morto nella sua abitazione di Kingston, Ontario. A metà anni Sessanta i Lovin' Spoonful vennero considerati una sorta di "risposta americana ai Beatles" ed il quartetto, capitanato da John Sebastian, riuscì a collezionare ben sette piazzamenti nella Top 10 USA dei singoli in soli 16 mesi. Tra i loro hit più famosi, "Do you believe in magic", il loro primo 45 giri, e "Summer in the city", che fu poi il loro unico numero uno negli States. Il musicista era uscito dal gruppo già nel '67. Dopo aver tentato di proseguire sulla strada della musica, si era occupato anche di televisione. Da parecchi anni si era però dato alla ristorazione e gestiva il suo ristorante "Chez Piggy" di Kingston. Yanovsky è scomparso pochi giorni prima del suo cinquantottesimo compleanno a causa di un infarto.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.