A volte ritornano: Gary Glitter spunta in Cambogia

Gary Glitter, un tempo amatissimo in Gran Bretagna ed ora invece odiatissimo per essere stato condannato per reati a sfondo pedofilo, è tornato in Cambogia, Paese dal quale era fuggito nel corso della scorsa primavera. "E' da qualche parte qui a Phnom Penh", ha riferito un portavoce del governo locale. "Stiamo cercando di localizzarlo. Se lo troviamo, ci sarà una decisione del Ministero competente". Il rocker anni Settanta, vero nome Paul Francis Gadd, non è persona gradita in Cambogia anche se in questa nazione non ha mai commesso alcun tipo di reato; la sua sola presenza viene però considerata imbarazzante per l'immagine del Paese all'estero. Glitter ha trascorso alcuni mesi in prigione in Gran Bretagna per essere stato trovato in possesso di immagini porno con minori. Nato l'8 maggio 1940 nell'Oxfordshire, i suoi maggiori successi furono i singoli glam-rock "Rock'n'roll", "Hello hello, I'm back again" e specialmente "I'm the leader of the gang".
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.