Giappone, apre il Bowie Café

Giappone, apre il Bowie Café

Mentre dalla Gran Bretagna rimbalza la notizia che questa domenica sera "The next day", il suo primo album dopo dieci anni dovrebbe conquistare agevolmente il numero 1 nella chart locale, dal Giappone ecco una notizia originale sul redivivo David Bowie. In Giappone, per festeggiare il ritorno del Duca Bianco, la Sony, presso il suo edificio a Ginza, la zona più scintillante di Tokyo, ha aperto il Bowie Café. Si tratta, più esattamente, di una parte del pub inglese Cardinal che è stata dedicata all'artista. Ginza è l'area della capitale nipponica con la maggior concentrazione di negozi di lusso, caffé, boutique e ristoranti. Il Bowie Café curiosamente serve un solo




Contenuto non disponibile







 piatto e tre cocktail. I bowiani affamati dovranno limitarsi a degustare la shepherd's pie. Che, per chi non conoscesse questo piatto della cucina inglese e irlandese, è fondamentalmente uno sformato di carne trita ricoperto da puré e passato in forno. La shepherd's pie, a quanto pare, è il piatto preferito del cantante di Brixton. Più varia la scelta per i fan assetati, che potranno scegliere fra tre drink: il Cat People, il The Man Who Fell To Earth ed un terzo cocktail denominato China Girl. Un drink costa 1000 yen, circa 9 euro.



Prosegue intanto il toto-concerto del camaleontico artista. Iman Mohamed Abdulmajid, 57 anni, moglie di David dal 1992, intervistata dall'edizione britannica di "Grazia" ha (ingenuamente?) detto: "Abbiamo una figlia di 12 anni che va a scuola, siamo bloccati, non possiamo viaggiare. I nostri impegni ruotano attorno a lei, quindi non so. Dovremo andare a fargli visita, ma non potremo essere in tour con lui perché Alexandria deve andare a scuola".

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.