Comunicato Stampa: 'Napoli suona' raddoppia

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

“Napoli Suona” raddoppia: appuntamento il 16 dicembre per costruire una filiera musicale a Napoli e nella regione

Napoli suona? E come, dove, quando? Sono solo alcune domande sollevate da un incontro/confronto organizzato dall’associazione Campania Impresa Musica lunedì 14 ottobre presso la Libreria Feltrinelli. Tre gli obiettivi del confronto tra imprenditori, artisti e mondo politico: puntare il dito sui temi della programmazione, degli spazi per la musica e della formazione. “
E se Napoli come unico gruppo di artisti, imprenditori e produttori assomiglia ancora a un’utopia, “Napoli suona - Istruzioni per l’uso” ha avuto il merito di riportare il discorso sulle ragioni e le priorità del settore musica in Campania. Problemi da sottoporre ancora una volta all’attenzione delle istituzioni. Gli interventi dei giornalisti Federico Vacalebre, Biagio Coscia e Antonio Tricomi hanno evidenziato quanto a Napoli l’offerta sia inferiore alla domanda del pubblico, locale e turistico. Il peana è continuato lamentando sia la poca tempestività dell’imprenditoria napoletana che la limitata azione dei mezzi di comunicazione.
“Le istituzioni potrebbero acquistare una frequenza radiofonica e trasmettere quella musica che il mercato esclude a priori per ragioni di commercio” la provocatoria proposta di Vacalebre.
L’assessore alle Politiche Giovanili del Comune di Napoli, Casimiro Monti, ha sottolineato l’intenzione del suo assessorato a “cercare di stimolare e assecondare la produzione emergente. Vogliamo garantire spazi e possibilità economiche per progetti del genere, e divulgare la volontà di confluire tutti in unico gruppo di lavoro. Professionale. L’iniziativa di Rockimpresa, e del portale www.campaniaimpresamusica.org, devono assolutamente proseguire nel futuro”.
Anche Carlo Quinto Talamona, proprietario dei Capri Studios, ha insistito sull’obbligo, da parte di chiunque, di cucire “una filiera che parta dalla produzione degli strumenti e termini al produttore, passando dai musicisti”, perché il prodotto artistico campano “possa non emigrare ma venir esportato”, come ha ribadito il compositore Antonio Sinagra.
Non ultime le intenzioni di Giampaolo De Rosa, presidente commissione cultura del Consiglio comunale di Napoli: “Le istituzioni devono battersi per saper monitorare le condizioni artistiche della città e della regione intera. Ci impegneremo perché i nuovi talenti e coloro che vogliono lavorare nel settore musicale abbiano strutture e opportunità concrete, come Rockimpresa ha dimostrato di poter fare”.
L’incontro si è concluso dopo l’intervento di Francesco D’Errico con un nuovo appuntamento. “Ci rivedremo negli spazi La Feltrinelli il 16 dicembre - ha concluso Scala - per aggiornare tutti coloro che credono in questa scommessa che oramai esiste da ben due anni”.
Music Biz Cafe Summer: radio e TV verso il futuro
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.