NEWS   |   Indie/alt / 18/02/2013

Pete Doherty si separa dal suo storico management

Pete Doherty si separa dal suo storico management
Sicuramente avere a che fare con Peter Doherty non dev’essere la cosa più semplice di questo mondo. A maggior ragione se con lui si devono trattare questioni lavorative. Dopo anni al suo fianco, il suo storico management composto da Andy Boyd e Adrian Hunter non si occuperà più degli interessi del frontman dei Babyshambles, il quale ha annunciato di essere al momento sostenuto da Cyril Bodin e Anais Duquesne per capire come muoversi in questa fase di passaggio. Doherty ha anche confermato la sua stima per il suo agente francese Jean-Louis Schell, indicando lui e le due persone sopra citate come referenti per qualsiasi proposta lavorativa in questo momento. Intanto il musicista britannico sarà questo fine settimana in concerto in Italia per tre date da solista: giovedì 21 febbraio al Totem di Vicenza, venerdì 22 al Latte Più di Brescia e sabato 22  a Le Mirage di Monte San Savino, in provincia di Arezzo.  

Contenuto non disponibile



E' notizia di circa un mese fa quella dell'inizio delle session per un nuovo album dei Babyshambles: a rivelarlo è stato il bassista Drew McConnell, che ha spiegato come al progetto stia lavorando anche il produttore Stephen Street, lo stesso di "Shotter's nation". McConnell, 34 anni, irlandese, ha aggiunto che le sessioni erano iniziate in vista del secondo solista di Doherty ma poi si sono trasformate in una nuova prova del gruppo. Al posto del batterista Adam Ficek, uscito dalla formazione nel 2010, è stato chiamato Jamie Morrison degli Stereophonics. A bordo dell'imbarcazione di Doherty vi sono anche il chitarrista Mick Whitnall, "regolare" in line-up da quando aveva rimpiazzato Patrick Walden, e il tastierista Stephen Large. Le prime prove si sono svolte presso lo studio Assault And Battery nella zona londinese di Willesden, poi il lavoro è proseguito a Parigi, dove Doherty abita da qualche tempo.  
Scheda artista Tour&Concerti
Testi