Proteste anche in Gran Bretagna per la canzone di Eric Clapton

Proteste anche in Gran Bretagna per la canzone di Eric Clapton

La polemica scatenata dalle femministe americane sul testo di una canzone di Eric Clapton attraversa l’oceano ed arriva anche in Gran Bretagna. “Sick and tired”, questo il titolo della canzone incriminata, per Clare Phillipson del gruppo “Women in need” (donne bisognose) «è offensiva ed insensibile, troppo realistica e cruda, e potrebbe addirittura rappresentare un trauma per i bambini che hanno avuto la madre uccisa dal padre». Intanto negli USA, sul montare delle critiche di gruppi di donne, la lega anti diffamazione di Boston ha chiesto a Clapton di far ritirare dal commercio i dischi con l’incisione in questione, per donare parte dei proventi delle vendite a programmi di prevenzione della violenza domestica e produrne una riversione riveduta, aggiornata e “politically correct”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
26 mag
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.