Il cantante dei Widespread Panic si confessa: ‘Ho il cancro’

Michael “Mikey” Houser, cantante e chitarrista dei Widespread Panic, si è confidato con i suoi più fedeli ammiratori annunciando, con un messaggio sul sito ufficiale del gruppo, di essere malato di cancro. “Voglio comunque rassicurare i miei fan dicendo loro che tutto ciò che poteva essere fatto è stato fatto, e voglio ringraziare coloro che hanno contribuito con informazioni, medicinali e cose del genere” ha scritto il quarantenne Houser. Tuttavia, fin dalla scorsa primavera, erano emerse indiscrezioni sulle condizioni di salute dell’artista, quando Houser fu costretto a rinunciare ad alcuni appuntamenti di lavoro con il suo gruppo e buona parte del tour partito a giugno dal Tennessee. “Ho speranze di poter suonare ancora”, continua Houser nel suo messaggio, “anche se non so dire né quando né dove, e spero di vedervi tutti in quel momento”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.