Green Day, cancellati e spostati tutti gli impegni fino a febbraio 2013

Green Day, cancellati e spostati tutti gli impegni fino a febbraio 2013

I Green Day hanno annunciato oggi per mezzo di un comunicato pubblicato sulla propria pagina personale di Facebook la cancellazione e lo spostamento di tutti gli impegni dal vivo fino al prossimo mese di febbraio: nello specifico, i concerti che il trio pop punk californiano ha scelto di cancellare riguardano il tour nei club che avrebbe incluso gli appuntamenti compresi tra quello dello scorso 28 settembre allo storico Fillmore di San Francisco a quello del prossimo 10 dicembre al Marquee Theatre di Tempe, in Arizona, nove in tutto, mentre quelli inclusi nella branca invernale del tour nelle arene statunitensi e canadesi che in calendario avrebbe incluso 21 spettacoli compresi tra quello del prossimo 7 gennaio a Green Bay, in Wisconsin, e quello dell'8 febbraio successivo alla Grand Garden Arena di Las Vegas saranno rinviati a data da destinarsi. I biglietti per i concerti annullati potranno essere rimborsati presso i punti di acquisto. Per quanto riguarda invece gli show rimandati, il management del gruppo ha fatto sapere che i biglietti già emessi rimarranno validi per le date di recupero, che saranno annunciate a breve.

"Ovviamente le tempistiche non ci hanno fatto buon gioco, ma la salute di Billie Joe al momento è la nostra prima preoccupazione", ha dichiarato al proposito il bassista Mike Dirnt: "Siamo felici di comunicarvi che stia bene, e non possiamo fare altro che ringraziarvi per la vostra pazienza e la vostra vicinanza, che ci avete dimostrato con tantissimi messaggi di auguri che abbiamo ricevuto. Non vediamo l'ora di rivedervi".

Nel frattempo, la pubblicazione di "¡Tré!", il terzo capitolo della trilogia iniziata con "¡Uno!" - giunto sul mercato lo scorso 25 settembre - è stata anticipata dal 15 gennaio all'11 dicembre.

Contenuto non disponibile


"Ci spiace di aver rimandato il tour, così ci siamo dati da fare per fare arrivare ai nostri fan le nuove canzoni prima di quanto avessimo programmato", ha spiegato il batterista Tré Cool: "Non potremo essere là fuori a suonarlo per voi, ma almeno potremo farvi ascoltare il nostro nuovo disco".

Dopo l'annullamento del concerto all'iDay festival di Bologna dello scorso 2 settembre, il periodo nero dei Green Day iniziò ufficialmente un ventina di giorni dopo, il 22 settembre, quando Billie Joe Armstrong ebbe una grave crisi nervosa nel bel mezzo del set che la band stava tenendo all'iHeartRadio Festival di Las Vegas: il giorno successivo lo stesso cantante e chitarrista rese noto di voler intraprendere un percorso di disintossicazione presso una clinica specializzata, percorso per il quale - per stessa ammissione dello storico produttore del gruppo, Rob Cavallo - non è ancora stato fissato un termine.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
16 giu
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.