Gianna Nannini presenta il suo nuovo disco, 'Aria'

Gianna Nannini presenta il suo nuovo disco, 'Aria'
“C’era bisogno di 'aria', e questo è esattamente il disco che ci voleva ora”. Con queste parole Gianna Nannini ha presentato la sua ultima produzione discografica, intitolata appunto “Aria” (in uscita il 26 aprile). La cantante senese si è fatta attorniare da diversi compagni di avventura per la lavorazione a questo ultimo disco: oltre ad un validissimo team di produttori e musicisti stranieri, la Nannini è stata aiutata dalla scrittrice Isabella Santacroce (“Destroy”, “Luminal”), che l’ha affiancata nella stesura dei testi. “Con Christian Lohr, Armand Volker (produttore artistico), Peter Zumsteg (produttore esecutivo) e gli altri ragazzi della band ho instaurato un rapporto fisico, non riuscivo a passare del tempo senza vederli”, racconta Gianna. “In Christian in particolare ho trovato la continuità di un lavoro iniziato anni fa con Conny Plank (collaboratore della Nannini dagli anni ’80, ma anche di Kraftwerk, Devo, Ultravox e Eurythmics. E' morto nel 1987). Con lui (Lohr) ho giocato con un tipo di elettronica molto sporca. Abbiamo trattato molto anche la mia voce, registrando dei veri e propri riff vocali”.
“Isabella”, continua Gianna, “la conoscevo attraverso i suoi libri, mi piaceva il suo modo di usare la parola e la geometria delle sue frasi. Un giorno ci siamo incontrate a Milano e ho voluto che mi raggiungesse subito in Sicilia dove stavo registrando i provini dell’album. Assieme facevamo delle vere e proprie session verbali alla ricerca della sonorità delle parole. Con lei ho rinnovato la mia scrittura, ma, soprattutto, ho trovato una grande amica”.
L’autrice di “Fotoromanza”, nonostante la maturità raggiunta non vuole certo abbandonare la grinta che l’ha sempre contraddistinta. “Ho messo da parte la rabbia, ma ho sempre la voglia esplosiva di esprimermi sul palco”, spiega la cantante. “Vedo la rabbia come una cosa negativa differentemente dall’aggressività; combattere è giusto, ma non con la violenza. Ho partecipato alla marcia della pace di Assisi e nelle mie attività sono sempre stata vicina a Greenpeace, e ho intenzione di continuare ad aiutarli”.
La cantante, dopo il duro lavoro di studio si sta preparando per la tournée che la vedrà esibirsi sia in Italia che in Europa. “In tour sarò accompagnata da un trio composto da Christian Lohr, John Cabàn (chitarrista newyorchese già collaboratore di Art Neville e Do Diddley) e Thomas Langh (già al lavoro con Geri Halliwell, Sophie Ellis Bextor e la Vienna Art Orchestra). Sarà una band senza il basso che per l’occasione verrà sintetizzato”, racconta l’artista senese. “Questa nuova formazione è essenziale e scarna, ma fornirà un impatto sonoro più forte”.
Il tour 2002 di Gianna Nannini partirà il 13 luglio e si concluderà il 14 settembre, ma ci sarà l’occasione per avere due anteprime, il 23 maggio a Lucerna (anticipazione del tour europeo) e il 27 maggio presso la Cavea dell’Auditorium Parco della Musica di Roma.
“Aria” sarà anticiapato dal singolo “Uomini a metà” (vedi news) che verrà trasposto in video dal regista Luca Merli. Nel clip la cantante sarà la spettatrice passiva di uno scontro tra una tribù urbana di skaters e un’indefinita forza dell’ordine.
Il resoconto completo dell’intervista a Gianna Nannini sarà prossimamente pubblicato nell’area interviste e sul canale streaming.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
30 mag
Scopri tutte le date

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.