Comunicato Stampa: Afterhours e Mercury Rev al Leoncavallo

Comunicato Stampa: Afterhours e Mercury Rev al Leoncavallo
La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.


SABATO 13 APRILE al C.S. LEONCAVALLO
L’EVENTO ROCK A MILANO:

AFTERHOURS / MERCURY REV
IL GRUPPO DI MANUEL AGNELLI E I ROCKERS DI BUFFALO SCELGONO, A MILANO, IL C.S. LEONCAVALLO PER LA TERZA DELLE QUATTRO DATE DEL LORO
CO-HEADLINING TOUR

Sabato 13 al C.S. Leoncavallo si consumerà, con ogni probabilità, l’evento rock della stagione milanese: sbarca a Milano il Co-Headlining Tour, ovvero il terzo di quattro concerti che vede sullo stesso palco due delle band più apprezzate da critica e pubblico, i milanesi Afterhours e gli statunitensi di Buffalo, Mercury Rev.
Un’unione che fa sognare gli amanti del rock, una serata dove sullo stesso palco sarà possibile assistere al set rabbioso e oscuro degli Afterhours e assaporare le atmosfere dilatate dei Mercury Rev.

Tutte e due le band decidono di unirsi in queste quattro date anche per riuscire a promuovere al meglio i loro due album freschi di stampa, per i “Rev” il doppio “All Is Dream”, album del 2001 ma che viene riproposto in edizione limitata con un “pacchetto” comprendente brani inediti, live e video performance. Per il gruppo di Manuel Agnelli invece il Co-Headlining Tour sarà l’occasione per presentare “Quello che non c’è” il nuovo album, uscito il 5 aprile per Mescal.
La storia delle due band è artisticamente straordinaria, nati entrambi alla fine degli anni ’80, rimangono leali con loro stessi e con i fans nonostante i successi ottenuti in Italia come negli States, e diventano, con il passare del tempo, punto di riferimento per il mondo rock nostrano gli Afterhours, mentre i Mercury Rev si aggiudicano il titolo di “rockers” dell’anno nel 1998, dopo aver dato vita ad una pietra miliare del nuovo rock “Deserter’s Songs”.

In oltre dieci anni di attività la band italiana ha dato vita a diversi album, i primi cantati in inglese per poi cambiare direzione ed affidarsi al cantato in italiano con l’album Germi del 1995, seguito dallo splendido Hai paura del buoi? del 1997, Non è per sempre del 1999, e dal doppio album Siam tre piccoli porcellin del 2001, dove è possibile ascoltare le diverse attitudini della band, da brani acustici, a sperimentazioni intimistiche, a canzoni pop molto “leggere”.

Fino a giungere a questo nuovo lavoro Quello che non c’è, un nuovo passo della storia degli Afterhours e di quella di Manuel Agnelli, che, oltre ad essere un gran musicista è indiscutibilmente un produttore affermato nel circuito alternativo italiano (basti pensare ai lavori con Verdena, Massimo Volume, Cristina Donà) tanto da essere premiato dall’Italian Music Award (premio indetto dalla federazione industria musicale italiana) come miglior produttore del 2001.


Certamente i Mercury Rev non sono da meno, dall’album d’esordio “Yerself is Steam” del 1991 ad oggi altri quattro album (tra cui il controverso “See you on the other side”), in mezzo, nel 1995 il rischio di scioglimento scongiurato grazie ad un cambio di formazione e sonorità che poi porta la band di Buffalo al già citato “Deserter’s Songs” che li fa entrare di diritto nella storia del rock. Un album che contiene una canzone come “Goddess on a Hiway” che impressiona per le emozioni che lascia traspirare e che i Mercury Rev propongono dal vivo rivisitandola a seconda delle situazioni.
Palco spianato al grande rock, terza data del Co-Headlining Tour al C.S. Leoncavallo, sicuramente un concerto da non perdere, l’evento rock della stagione porta la “firma” degli Afterhours e dei Mercury Rev.
Inizio serata h. 23.00
ingresso con sottoscrizione
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.