Beverley Knight: ‘Ecco chi sono’

Rockol ha incontrato Beverley Knight a Milano in occasione del concerto che avrebbe dovuto tenere questa sera, 14 marzo, ai Magazzini Generali ma che sfortunatamente è stato annullato. Pare che la decisione sia stata presa a causa di un malessere che ha colto due membri della sua band, vittime, l’altra sera a Barcellona, di una mangiata di pesce evidentemente non molto fresco. La cantante inglese si è mostrata molto dispiaciuta perché per lei esibirsi dal vivo è “cruciale, per spiegare chi sono veramente e per mostrare la mia natura di artista”.
Beverley è semplice ma molto bella ed è anche estremamente simpatica: riesce a trasmettere un’enorme carica di positività a chiunque la incontri. Ora è impegnata nella promozione del suo ultimo lavoro discografico intitolato “Who I am” che ha realizzato dopo quasi quattro anni dal precedente “Prodigal sista”. “Ho passato quasi due anni in tour per promuovere ‘Prodigal sista’ e poi mi sono lanciata subito in studio per scrivere e registrare ‘Who I am’. Ma non pensavo di impiegarci così tanto tempo. Quasi due anni in più rispetto a quello che avevo preventivato. Del resto, l’idea di realizzare un album in tutta fretta solo perché il tuo nome in quel momento sta girando, non mi è mai piaciuta. Penso che la cosa migliore sia prendersi il tempo necessario e essere sicuri che il proprio lavoro sia buono: così la gente dimentica di aver aspettato a lungo". “Bev” dice di essere maturata molto in questo periodo, tanto che ai tempi di “Prodigal sista” descriverebbe se stessa come una “giovane adulta”, mentre ora si considera una donna a tutti gli effetti. “Prima ero così piena di energia che non mi fermavo neanche un attimo per rilassarmi. Questo era il modo sbagliato di scrivere le mie canzoni. Adesso sono maturata nel modo di comporre la mia musica e credo che l’evento che ha influenzato maggiormente questa svolta sia stata la fine di un’importante relazione che durava da molto tempo. Ora, io e il mio ex-compagno siamo ancora amici, ma ho dovuto imparare a stare nuovamente da sola e a guardare dentro me stessa: è proprio da questo processo analitico che sono nati i brani del mio nuovo album nei quali ho avuto il coraggio di essere molto sincera…quasi brutale”. Beverley racconta di aver avuto alcuni problemi con il suo ex-fidanzato causati dal poco tempo che lei, sempre impegnata con la musica, riusciva a dedicargli e che non era sempre sufficiente per risolvere alcune incomprensioni. Ma la bella cantante R&B non si è persa d’animo: ora sta vivendo una felice relazione con un musicista che, condividendo la sua professione, riesce a capirla perfettamente. Il segreto per far coesistere amore e carriera esiste: “Ci vogliono una buona dose di comprensione e tolleranza.”. Ed è felice ora, molto più di prima: “Sia come donna che come artista. Ho vissuto una sorta di rigenerazione e ora sono molto più fiduciosa e credo in quello che faccio, con molta più tranquillità”. Beverley sembra estremamente serena anche nelle foto che è possibile ammirare sulla cover del suo ultimo disco, dove è ritratta in un paesaggio tropicale che rimanda alle sue origini giamaicane. Parlando della sua vita, la cantante sottolinea come l’ambizione abbia sempre giocato un ruolo fondamentale nelle sue scelte fin da quando era molto piccola. “Tutti mi dicevano sempre che ero molto ambiziosa e determinata. Se sapevo che avrei potuto ottenere qualcosa, nessuno poteva distogliermi da quell’intento. Penso che sia una caratteristica che ho ereditato dai miei genitori: loro vennero in Inghilterra dalla Giamaica e cominciarono a lavorare duramente per costruirsi una nuova vita”. Nella stesura del suo ultimo album Bev dice di essere stata influenzata da Annie Lennox. “Lei non è una grandissima pianista, ma spesso compone le sue canzoni accompagnandosi con il pianoforte. E così mi ha trasmesso questo modo di scrivere la mia musica, sebbene anche io non sappia suonare benissimo questo strumento. Anche Prince e Aretha Franklin sono stati delle vere e proprie muse che mi hanno ispirata nella realizzazione di alcuni brani del disco”.
La Knight vanta dei fan davvero illustri: David Bowie, Prince, Paul McCartney e Jay Kay al quale ha prestato la sua voce per incidere alcune canzoni dei Jamiroquay. Ed è proprio in qualità di loro supporter che Bev ha avuto l’occasione di farsi conoscere ad un pubblico più vasto: “Ero molto emozionata quando Jay Kay mi ha telefonato chiedendomi di fargli da supporter: non lo aveva mai fatto con nessuno”.
E così ora la cantante si concentrerà sulla promozione di “Who I am”; ma chi è veramente Beverley Knight? “Una donna felice e determinata, la cui vera passione è la musica e che non ha più paura di commettere degli errori, perché continua ad imparare nuove cose, ogni giorno della sua vita”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.