Grace Jones compra i preservativi al figlio

Grace Jones compra i preservativi al figlio

E’ una madre responsabile, ma sempre pantera, Grace Jones: la cantante ha spiegato di aver comprato lei stessa i primi preservativi al figlio.

«Era ancora un ragazzino; oggi ha 19 anni e ormai parliamo di sesso apertamente; ma quel giorno capì subito chi gli aveva messo i condoms nello zainetto prima di andare a scuola. Quando tornò a casa era esterrefatto: "Sei pazza", mi disse. Ma da quel giorno, ci conosciamo meglio e discutiamo da amici di sesso e di droga». Certo, l’interprete di "Slave to the rhythm" ha punti di vista quanto meno controcorrente in materia. «Hanno fatto male a bandire l’ecstasy. Io l’ho provata con Timothy Leary, che era uno dei miei migliori amici. Quando una droga viene proibita, poi passa in mani fetide. In realtà, qualsiasi sostanza può ucciderti. C’è gente che si uccide con quello che mangia. Tanto varrebbe che si drogassero».

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.